Conferenza stampa Montella: “Vogliamo alzare un trofeo, scontrarci con la Juve è solo uno stimolo in più”

Pubblicato il autore: Federica Sala

Conferenza stampa Montella

Alla vigilia del big match tra Juventus e Fiorentina, gara di andata della semifinale di Coppa Italia, queste le parole di Vincenzo Montella nella consueta conferenza stampa allo stadio Franchi. Sulla partita di domani sera: “Essendo la semifinale, in questo momento la Coppa Italia ha la priorità, perchè mancano solo 2 partite alla finale. Domani sera vorrei vedere il meglio delle ultime sfide della Fiorentina. Dobbiamo ancora organizzarci dal punto di vista strategico per gli infortuni. Ma ci conosciamo e abbiamo incontrato tante squadre. Sarà una partita di sacrificio, quindi dovremo essere pronti mentalmente” ha affermato.

Punti forti della Fiorentina: “Sicuramente la mentalità e il coraggio, che non è presunzione. L’importante è che la squadra non si illuda per gi ultimi risultati buoni e che continui a sacrificarsi. Almeno ai tifosi i sogni lasciamoli, se non gli bastano che sognino ancora di più“.

Quanto conta vincere la Coppa Italia? “L’anno scorso ci siamo andati vicini. La proprietà ha voglia di alzare un trofeo, se lo meriterebbero per lo sforzo economico. Ci proveremo, sarà difficile ma ci vogliamo provare. Ci tengo anche io perchè non ho mai vinto“.

Sulla situazione dei tanti infortunati: “Borja Valero sta facendo di tutto, Pizarro è ancora da valutare nelle prossime ore. Basanta è un grosso punto interrogativo, Tomovic e Savic non li vogliamo rischiare. Mati ni, oggi si è allenato bene. Non siamo copertissimi, ma saremo una squadra competitiva” (Leggi qui la lista dei convocati viola)
Conclude Montella sulla Juventus: “Scontrarmi proprio con loro mi stimola ancora di più, avendo un grosso vantaggio in campionato è legittimo facciano questo. Dovremo essere pronti senza timore, ma ci aspetta anche una partita di sacrificio. Questa Juve sa e vuole aspettare. Comunque in grandi linee non vedo differenze dalla Juve di Conte“.Neto affronterà proprio la Juve, club a cui è stato promesso. Riuscirà a stare sereno? “Non ci avevo pensato (ride, ndr). L’ho visto sereno, anche se non è certo che vada alla Juventus. Tra lui e la squadra c’è comunque un bel rapporto. Abbiamo due ottimi portieri che si possono alternare, Tata mi dà più garanzie dal punto di vista psicologico. Se è un problema, è un gran bel problema“.
Infine parole anche sulla condizione di alcuni giocatori viola:
Gomez:Ha avuto un problemino, ma adesso sta bene. E’ stato trascurato questo aspetto
Salah:Siamo contenti così, si è integrato benissimo fin da subito anche se c’è sempre da migliorare”
Savic: “Savic è il giocatore più competitivo che abbiamo ed è la cosa più importante, anche di più del talento. Ha grande personalità e son contento di allenarlo“.
  •   
  •  
  •  
  •