Allegri: “Torino? E’ una gara secca, diversa dal campionato”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

rinnovo Allegri

Domani torna in campo la Juve nell’atteso derby con il Torino per gli ottavi di finale di Tim Cup. Ecco le dichiarazioni rilasciate da Max Allegri nella consueta conferenza stampa:

Si parte dai recuperi: “C’è da giocare una partita, non fa straordinari. Marchisio è stato abbastanza fermo e poi più gioca e più entra in condizione. Ieri Hernanes ha fatto quasi tutto con la squadra, è pienamente recuperato ma vediamo se rientrerà a Carpi. Lemina è andato a Barcellona a farsi vedere i tendini rotuleo, Pereyra tornerà nell’anno nuovo. Asamoah ha questo problema al ginocchio che dopo una partita gli continua a dare fastidio. Ha fatto una bella partita con la Lazio ma poi l’abbiamo dovuto fermare e gestire. Non può giocare più partite di fila”.

Gioca Neto domani?: “Giocano lui e Rugani. Poi vedrò come stanno i tre difensori che hanno sempre giocato, se farne riposare 1 o 2 e da lì ci sarà la formazione. Ha fatto una partita bella questa estate sul centro sinistra e può giocare anche a centro destra quindi vedrò”.

Leggi anche:  Caressa: "Ecco come finiranno Juventus-Torino e Inter-Bologna"

Ventura è sprecato per il Toro? Per Bonucci lei usa poco il bastone:“Ventura ha fatto una buona carriera. Rimanere sulla panchina del toro 5 anni non è facile, è stata una fortuna per i giocatori. Ognuno poi ha i suoi metodi per trasmettere i propri valori. Un conto è essere autoritario un conto è avere autorevolezza ed è meglio essere i primi”.

Zaza e Morata domani?: “Davanti potrebbe riposare Dybala visto che ha giocato tante partite, giocheranno quindi due tra Mandzukic Zaza e Morata. Stanno tutti bene. Quando riprendiamo da gennaio in poi dovremmo essere al meglio per il finale di stagione. Potrebbero essere comunque una coppia”.

Scudetto riaperto?: “È aperto per tutte le squadre che stanno inseguendo l’Inter, anche se è la favorita numero uno. Stiamo facendo bene ma pensiamo alla gara di domani, la Juventus non vince due Coppa Italia di fila dal 59-60. Domani giochiamo un derby e tutte e due ci teniamo molto a vincere. La gara di Carpi poi sarà importante perché saremo obbligati a vincere”.

Leggi anche:  Juventus, Pirlo: "Serve una partita seria per andare avanti"

Come si aspetta il Toro in campo?: “È un derby, un ottavo di finale. Loro saranno in una buona condizione psicologica come lo siamo noi. Ê una gara secca, diversa dal campionato”.

Significato di questa partita?: “È un derby diverso, lontano dalla finale. La partita andrà aggredita, loro ti fanno giocare male pe che non ti danno spazio”.

Sorteggio?: “Quando giochi la Champions è importante intanto arrivare agli ottavi. Poi c’è il sorteggio e bisogna essere anche fatalisti, se dovessimo passare col Bayern possiamo crescere a livello di autostima. L’anno scorso abbiamo affrontato il Dortmund che veniva da una grande stagione. Ci sono ancora tante altre gare prima di questo doppio scontro comunque”.

Cuadrado uomo chiave domani?: “È un giocatore che ha giocato bene con la Fiorentina, si è sacrificato come hanno fatto tutti. Se non partirà da subito sarà un cambio importante. Domani ci possono essere anche i supplementari”.

Leggi anche:  Juventus-Torino, parla Giampaolo: "La squadra sta migliorando"

Confronto sugli esterni domani?: “Oggi preparerò a partita e a seconda di come giocheranno loro ci adatteremo anche noi. Devo decidere se dare riposo a qualche difensore”.

Vantaggio per il Toro non aver giocato sabato?: “C’era la nebbia, bisogna accettare le decisioni della Lega e bisogna solo essere pronti per giocare questa partita e basta”.

  •   
  •  
  •  
  •