Napoli, Sarri: “34 gol in casa e si parla di problemi offensivi. Volevo dare un segnale forte”

Pubblicato il autore: Gennaro Esposito

Sarri
Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della vittoriosa partita contro il Verona che qualifica gli azzurri ai quarti di finale di Coppa Italia contro l’Inter. Ecco le sue parole:

Sui duelli a centrocampo e le palle inattive: “Abbiamo fatto 34 gol in casa in 12 partite e la prima domanda è su cosa non funziona. Noi questi siamo, ma ci mettiamo una pezza su alcune situazioni prevedibili”

Sull’ottimo approccio della squadra nonostante il poco pubblico e su Henrique: “Volevo dare un segnale forte a chi è entrato, scegliendo quattro titolari, poi ho fatto delle scelte

Strinic e Ghoulam sulla stessa fascia?: Ghoulam è forte in attacco se arriva lanciato, se parte già lì fa fatica a saltare l’uomo. Mi ha sorpreso però il secondo tempo di Strinic che sta crescendo, prima non giocava mai ed ora gioca in Coppa ed in una gara ad eliminazione diretta, si ritaglierà spazio anche in campionato

Sui possibili rinforzi: Io non devo concordare nulla, faccio un altro mestiere. La società farà quello che si può fare, se non ci saranno soluzioni faremo crescere giocatori come Strinic e Maggio che si stanno adattando, Chalobah sta migliorando nell’ordine tattico e quindi io faccio il mio lavoro facendo crescere, non bussare in sede ogni giorno, poi se la società ha ambizioni superiori si muoverà

Su Valdifiori: Sì, è una delle sue migliori partite e cresce man mano che gioca. Ma tutti stanno facendo bene. Abbiamo a sei sette gol tanti giocatori d’attacco, due gol El Kaddouri, prima si diceva che segna solo Higuain. Abbiamo fatto 34 gol in casa, 3 di media a partita e si parla di problemi realizzativi in casa. Qualcuno sta sfidando la matematica

Su Mertens: E’ rientrato giocando quattro partite su quattro, due da titolare, quindi s’è ritrovato nelle rotazioni delle gare di coppa, poi nelle prossime potrà accadere il contrario. Non conta solo il campionato, stasera era una gara secca pericolosa, non è che chi non gioca il campionato è un coglione”

Su Higuain: Voleva giocare ed io volevo dare un segnale a tutti che si trattava di una gara importantissima“.

  •   
  •  
  •  
  •