Sarri rischia una squalifica di quattro mesi

Pubblicato il autore: show80 Segui

sarri

Le ripercussioni delle parole di Sarri indirizzate a Mancini potrebbero portare a delle sanzioni incredibili.
Leggendo il regolamento della FIGC si evince, in maniera inderogabile,  uno stop forzato di almeno 4 mesi per l’allenatore del Napoli “un comportamento discriminatorio e ogni condotta che comporti offesa per motivi di sesso”. Una squalifica che, contestualmente, andrebbe scontata in campionato.

Il tecnico dell’Inter, Roberto Mancini, dopo le sue dichiarazioni nel post partita è stato sentito dalla Procura federale che, molto probabilmente, aprirà un’inchiesta.
La rilevanza importante e determinante sarà il referto arbitrale: il direttore di gara Valeri di Roma non era presente al momento della lite, ma il quarto uomo, come evidenziato dalle immagini televisive, ha sentito tutto . Se gli improperi e le allusioni del tecino toscano saranno riportati dal quarto uomo (“Mi ha dato del frocio e del finocchio”), starà poi al giudice sportivo valutare se si tratta di condotta discriminatoria.
Ecco il testo dell’articolo 11 delle Noif (Norme Organizzative Interne Federali): “Costituisce comportamento discriminatorio, sanzionabile quale illecito disciplinare, ogni condotta che, direttamente o indirettamente, comporti offesa, denigrazione o insulto per motivi di razza, colore, religione, lingua, sesso, nazionalità, origine etnica, ovvero configuri propaganda ideologica vietata dalla legge o comunque inneggiante a comportamenti discriminatori. I dirigenti, i tesserati di società, i soci e non soci di cui all’art. 1 bis, comma 5 che commettono una violazione del comma 1 sono puniti con l’inibizione o la squalifica non inferiore a quattro mesi o, nei casi più gravi, anche con la sanzione prevista dalla lettera g) dell’art. 19, comma 1 (cioè il Daspo, n.d.r.), nonché, per il settore professionistico, con l’ammenda da € 15.000,00 ad € 30.000,00”.

 

  •   
  •  
  •  
  •