Finale Coppa Italia Primavera: l’Inter espugna lo JStadium. Quando il ritorno?

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

finale coppa italia primaveraStrepitosa Inter nella finale Coppa Italia primavera, dove supera la sorprendente Juventus di Grosso che in casa viene sconfitta per 1 a 0. I bianconeri che puntavano al triplete primavera devono ora faticare, e non poco, per sconfiggere l’Inter del coach Vecchi nella gara di ritorno che si terrà mercoledì alle 19 a San Siro.
È doveroso dire che la Juventus ha dominato per tutto il primo tempo, mostrando la stessa superiorità che ha mostrato al Torneo di Viareggio, e che ha portato la corazzata di Grosso a vincere il trofeo più ambito in ottica giovanile. Contro l’Inter infatti tutto sembrava facile, ma i ragazzi di Vecchi hanno saputo affrontare senza troppo timore la Juventus nel suo stadio, imbrigliandola sullo 0 a 0 fino al 26′ minuto di gioco, dopo di che il lampo di Mattia Bonetto al minuto 27, che porta in vantaggio i nerazzurri rompe le simmetrie di gioco e fa riscendere la Juventus sulla terra.
Letteralmente strepitoso l’attaccante nerazzurro che buca la difesa juventina centralmente, mostrandosi un attaccante di grande livello che potrebbe non sfigurare neanche in serie A (Mancini è avvisato).
Da segnalare la bellissima prestazione di Gnoukouri, vero talento in erba praticamente impeccabile davanti la difesa che avrebbe potuto fare la differenza al Viareggio se Roberto Mancini lo avesse liberato dalla prima squadra, dove fra le altre cose non lo ha quasi mai fatto giocare, mentre è rimasto in ombra Manaj, altro gioiellino della primavera di Vecchi che potrebbe far comodo alla prima squadra.
Nella Juventus si è sentita fortemente la mancanza di Romagna in difesa, cosa che ha seriamente messo nei guai, e si è visto, la fase difensiva della squadra di Grosso, che specialmente sul lato sinistro ha mostrato tutti i suoi punti deboli con un Severin e un Zappa che si sono mostrati al di sotto delle aspettative.

Finale Coppa Italia primavera: è Gnoukouri il vero kondogbia

finale coppa italia primaveraVedendo un Gnoukouri in grande spolvero nella prima finale di Coppa Italia primavera non può che nascere una domanda in tutti i tifosi interisti, e cioè perché spendere ben 35 milioni per Kondogbia quando si poteva puntare sulal scommessa Gnoukouri? Anche su questo il buon Mancini dovrà rispondere, perché 35 milioni non sono pochi per un giocatore che quest’anno ha serimanete offerto una prestazione mediocre, tanto mediocre che rivenderlo alla stessa cifra pagato sarebbe utopistico.

Tabellino

JUVENTUS-INTER 0-1 (0-1)
MARCATORE Bonetto al 27’ p.t.
JUVENTUS (4-3-1-2) Audero; Lirola, Blanco Moreno, Severin, Zappa (dal 42’ s.t. Coccolo); Macek, Bove (dal 30’ s.t. Toure), Cassata; Kastanos; Favilli, Vadalà (dal 23’ s.t. Di Massimo). (Vitali, Del Favero, Beruatto, Didiba, Vogliacco, Parodi, Pozzebon, Kean). All. Grosso.
INTER (4-3-3) Radu; Gyamfi, Gravillon, Della Giovanna, Miangue; Zonta, Gnoukouri, Bonetto; Gomes Delgado (dal 14’ s.t. Kouame), Manaj (dal 39’ s.t. Appiah), Baldini (dal 46’ s.t. Popa). (Pissardo, Di Gregorio, Carraro, De Micheli, Sobacchi, Lombardoni, Rapaic, Mattioli, Bollini Frigerio). All. Vecchi.
ARBITRO Marinelli di Tivoli (Sechi–Loni).

  •   
  •  
  •  
  •