Coppa Italia: Pavoletti salva il Genoa, avanti il Bologna, che fatica per il Palermo

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
coppa italia

Leonardo Pavoletti

Coppa Italia: venerdì dedicato agli anticipi del terzo turno della Coppa Italia 2016/2017, con tre squadre di serie A in campo. Un colpo di testa di Leonardo Pavoletti nel finale di gara regala al Genoa il successo in rimonta per 3-2 sul Lecce e consente ai liguri di passare il turno eliminatorio di Coppa Italia, al termine di una partita a tratti spettacolare. Nella prima gara ufficiale della stagione si sblocca Pandev e segna anche il neo acquisto Veloso, genero del presidente Preziosi. Primo tempo combattuto, ma senza gol. Che arrivano nella ripresa. Al 2′ Veloso segna direttamente su punizione dal limite. Il Genoa vuole chiudere la gara, invece offre il fianco al Lecce che in tre minuti ribalta il risultato: prima pareggia con Lepore, bravo a raccogliere una respinta di Lamanna su tiro di Vitofrancsco, poi finalizza al meglio con Torromino il più classico dei contropiedi orchestrato da Caturano. Juric inserisce Ocampos e la mossa si rivela decisiva. Arriva il pareggio di Pandev, servito in area da Rincon in velocità e il vantaggio di Pavoletti, che su corner di Veloso batte Gomis con un colpo di testa.
Se ne tornano a casa soddisfatti i quasi 12mila del Dall’Ara. Il Bologna di Roberto Donadoni non fallisce al debutto ufficiale. I rossoblù regolano 2-0 il Trapani di Serse Cosmi e conquistano il quarto turno di Coppa Italia.  Decidono le reti di Krejcì, nel primo tempo, e di Taider in apertura di ripresa. Molto positiva la prestazione del Bologna che interpreta la gara come nella filosofia del suo tecnico: fraseggio veloce e palla a terra. Molto confortante la prova di Destro che resta in campo per 85′, cercando quasi ossessivamente il gol. Migliore in assoluto è Krejcì: oltre al gol, il ceco brilla per spunto e capacità di creare pericoli.

Coppa Italia: Palermo vince all’ultimo respiro contro il Bari

Il Palermo di Davide Ballardini vince all’ultimo minuto dei supplementari contro il Bari, dopo che i pugliesi hanno giocato in 10 dalla fine del primo tempo per l’espulsione di Cassani per doppia ammonizione. I rosanero si presentano alla prima ufficiale al Barbera pieno di giovani, visto le tante cessioni operate da Zamparini in questa sessione di calciomercato. Senza Gilardino e Vazquez i rosanero hanno faticato tantissimo a creare pericoli allenati da Roberto Stellone. Quando ormai i rigori sembravano inevitabili ecco il gol di Chochev, che scocca un tiro di destro da fuori area che, complice una doppia deviazione, batte il portiere ospite Micai.

  •   
  •  
  •  
  •