Salernitana, le dichiarazioni di Sannino e Caccavallo dopo il ko in Coppa Italia

Pubblicato il autore: Ramona Buonocore Segui

Esonerato SanninoSconfitta ai rigori per la Salernitana che abbandona il sogno di proseguire nella competizione di Coppa Italia. Dopo la vittoria contro il Benevento, ieri sera il Pisa ha battuto la squadra granata ai penalty per 5 a 4. 
Beppe Sannino, neo allenatore della Salernitana ha commentato così la gara:Abbiamo incontrato una squadra brillante, fisicamente forte. Non c’è rammarico per aver sprecato la possibilità del raddoppio, ma per aver preso gol all’ultimo minuto. Non siamo riusciti a chiudere, ci è mancata personalità. Avevamo palla noi, dovevamo chiuderci vicino alla bandierina e proteggere. Invece abbiamo provato la giocata. Perdere ai rigori fa parte del gioco, si va avanti. Abbiamo fatto due partite maratone finendo molto stanchi. Ora godiamoci tre giorni di libertà, poi torneremo con la testa al campionato. Dobbiamo crescere ancora sotto tanti punti di vista. Siamo partiti bene, potevamo fare il 2-0 ma sulla gestione di alcune situazioni abbiamo peccato di personalità. Abbiamo fatto troppi falli, c’è un lavoro sulla difensiva da fare. Siamo troppo irruenti, anche con i difensori. A volte serve temporeggiare, non dobbiamo fare sempre fallo”.
Riguardo il mercato Sannino ha poi aggiunto: “Sicuramente il direttore sta lavorando, mi auguro quando torneremo a Salerno di trovare facce nuove, siamo appena 13. Oggi Vitale ha dovuto giocare con un problema intestinale. Tutti aspettiamo Rosina, ma non sarà la panacea di ogni male. E’ un giocatore carismatico, ma viene da un periodo in cui si è allenato da solo. Ci auguriamo possa darci personalità e qualità nella posizione più idonea per lui. Coda e Donnarumma devono giocare in coppia, nessuno di loro può fare l’esterno. Dobbiamo trovare un modulo per far coesistere loro due e Rosina. Laverone ha fatto bene in fase difensiva fino a quando ha mantenuto la condizione. Abbiamo carenza in quel ruolo, per completare questa rosa serve anche avere la possibilità di far rifiatare qualcuno all’occorrenza”.
A commentare il match è stato anche il nuovo acquisto della Salernitana Giuseppe Caccavallo:“Siamo partiti forte, forse la dovevamo chiudere nel primo tempo perché loro hanno fatto poco. Nella ripresa siamo un po’ calati, dovevamo far girare più la palla ma così non è stato- Non pensavo di poter fare un assist dopo venti secondi, peccato non aver fatto il secondo. Siamo una buona squadra, ora guardiamo avanti e pensiamo al campionato. La mia prestazione? Siamo partiti bene, ho cercato di fare il possibile. Poi siamo calati fisicamente, ci sta perché è la seconda volta consecutiva che andiamo ai supplementari. Abbiamo commesso troppi falli al limite dell’area. Un po’ di egoismo? Ho cercato di tirare in porta. So che la Serie B è diversa dalla Lega Pro, ma ci metto impegno e provo a dare il massimo”. Da dimenticare l’esecuzione dal dischetto dell’ultimo rigore, quello che ha constato la sconfitta granata: “Ho provato a tirare sull’angolo più lontano, poi il portiere ha parato. Interrompo sempre la corsa, lo scorso anno ho sempre segnato ma questa volta è andata male. Mi sto trovando bene in questo ruolo, so che c’è da migliorare. Sto cercando di fare tutto quello che dice il mister dall’inizio, ho voglia e fame di farlo. E’ normale avere qualche difficoltà in fase difensiva, è lì che devo migliorare di più. Sono contento se arriverà Rosina, ci darà più valore. Io cercherò di ritagliarmi il mio spazio, la società ed il mister lo sanno. Eseguirò quello che mi chiederanno di fare, senza polemiche”.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •