Napoli-Juve: Allegri punta alla finale di Coppa Italia, allontanando le critiche

Pubblicato il autore: Alessio Prastano Segui
Napoli-Juve, Allegri: "Per raggiungere la Finale dobbiamo far goal".

Napoli-Juve, Allegri: “Per raggiungere la Finale dobbiamo far goal”.

C’è un principio nella testa di Massimiliano Allegri, si chiama pensare positivo: “La negatività che c’è, è la cosa che più detesto, la positività invece è decisamente migliore“. Il pareggio con il Napoli, scaturito da un gioco non brillante e pressoché difensivo della Juventus, ha sollevato qualche critica di troppo.
Allegri quindi cerca di sminuire la pressione intorno ai suoi, tenendoli con la testa ben concentrata verso il primo obiettivo stagionale: “Domani dobbiamo arrivare in finale di Coppa Italia. Per far questo dovremo giocare una partita diversa da quella di domenica. Come? Innanzitutto dobbiamo giocare un partita migliore tecnicamente: domenica abbiamo sbagliato molto e non riuscivamo a sviluppare gioco, per cui siamo stati costretti a fare una fase difensiva, apparentemente incasinata“.

Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Atalanta-Lazio in streaming e diretta tv

Sarà ancora Napoli-Juventus, la stessa partita in due competizioni diverse. La prima, quella di Campionato, è terminata in parità, con i partenopei che hanno messo in difficoltà in bianconeri, anche se tutto sommato le occasioni per vincere la partita non sono state numerose. Per cui, attenti agli uomini di Sarri, anche in virtù del risultato dell’andata, sul quale Massimiliano Allegri fa una precisazione: “Il 3-1 è un risultato diverso dal 2-0: con quest’ultimo, per passare il turno si dovrebbe vincere 3-0, mentre con il risultato di Torino saranno sufficienti due goal. Quindi, per accedere alla finale dovremmo fare un goal“.

Per il secondo atto del San Paolo sarà decisiva rifinitura, ma Allegri ha una semi certezza riguardo gli uomini da schierare domani sera: “Quasi sicuramente Mandzukic non ci sarà“. Il croato infatti aveva stretto i denti domenica sera, visto il ginocchio infiammato. La botta rimediata durante la partita lo costringerà a restare ai box, recuperando al meglio per la sfida con il Barcellona.
Saranno regolarmente in campo Dybala e Cuardrado, che hanno smaltito i postumi del viaggio transoceanico. Quindi a questo punto potrebbe essere confermato il 4-2-3-1, come lo stesso Allegri auspica: “Con l’assenza di Mario posso adottare varie soluzioni, inserendo Sturaro o Alex Sandro alto e Asamoah basso. Valuterò dopo l’allenamento“.

Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Juventus-Spal: streaming gratis e diretta tv Rai 1?

Cosi come è accaduto domenica sera, allo Stadio di Fuorigrotta il clima sarà infuocato, anche se Allegri fa un plauso ai tifosi napoletani che: “Si sono comportati molto bene, e i fischi ovviamente ci stanno. Piuttosto sono rimasto stupito dalla blindatura della squadra nel tragitto dall’albergo allo stadio, questa è una cosa che deve farci pensare“.

L’obiettivo – la finale di Coppa Italia – è fissato, ma guai a chi critica la squadra di Allegri: “Si dice sempre che possiamo fare di più. Ma manca un mese e mezzo alla fine della stagione e siamo in lotta per vincere il campionato, ci giochiamo la finale di Coppa Italia e la Semi finale di Champions. Più di cosi non si può. Vincere sempre è impossibile, ma nel corso della stagione la crescita della squadra, soprattutto a livello internazionale è stata molto importate. In Europa, la Juventus è una squadra rispettata“.

  •   
  •  
  •  
  •