Europa League, record e statistiche dei sedicesimi di finale

Pubblicato il autore: Danilo Montefiori Segui

lukaku

Dopo la scorpacciata di gol ed emozioni delle gare d’andata dei sedicesimi di finale di Europa League è tempo di bilanci e numeri – tratti dal sito UEFA Europa League – in previsione del ritorno che si giocherà fra soli due giorni tra le 19:00 e le 21:05. È stata, prima di tutto, una tornata di record personali. Romelu Lukaku, in forza all’Everton, era già il più giovane esordiente in Europa Legue ma con la tripletta firmata giovedì scorso contro lo Young Boys ha messo a segno anche il decimo hat trick più veloce nella storia della competizione avendola completata in 35 minuti. Ben sei delle 10 sono state realizzate in questa stagione e la sua è l’undecima totale nell’Europa League 2014/2015. Ancora un record personale, questa volta per Soriano, attaccante del Salisburgo che segnando contro il Villareal è divenuto il terzo marcatore all time dell’Europa League con 14 reti (in testa c’è Radamel Falcao con 30 e quindi Oscar Cardozo con 20). Statistica dal significato diverso è invece quella che riguarda Olexandr Shovkovskiy, il portiere della Dynamo Kyiv che è ora il sesto giocatore ad aver partecipato al torneo ad almeno 40 anni: contro il Guingamp aveva esattamente 40 anni e 48 giorni. Il record di longevità in Europa League spetta comunque al collega di porta Brad Friedel, con la tenera età di 42 anni e 173 giorni.

Ottimo turno anche per il Napoli, che in un sol colpo ha eguagliato due record: la vittoria esterna più ampia ai sedicesimi di finale (4-0 al Trabzonspor) e la quarta gara di fila senza subire gol. La Fiorentina ha invece raggiunto quota nove partite esterne senza sconfitte, un record da dividere con il PAOK Salonicco. Infine, una curiosità sull’Ajax. La squadra dei lancieri, eliminata per il quinto anno consecutivo dalla Champions League durante la fase a gironi è l’unica squadra in assoluto ad aver particpato a tutte e sei le fasi ad eliminazione diretta dell’Europa League. Come sempre in questi casi si tratta solo di numeri che nulla varranno nei 90 minuti di ritorno. Ma sicuramente ogni partita giocata contribuisce ad arricchire la già ampia storia dell’Europa League.

  •   
  •  
  •  
  •