Intervista Shaqiri: “Celtic ha dimostrato di saper reagire, ma noi siamo più forti”

Pubblicato il autore: TonyR Segui

Intervista Shaqiri

Suona la carica, in vista del match di ritorno di Europa League tra Inter e Celtic, durante l’intervista Shaqiri. Il talento svizzero, arrivato all’Inter a gennaio (tra l’altro segnalato dall’Uefa come uno dei 5 migliori acquisti della sessione invernale di calciomercato) e che ha già conquistato il cuore del popolo nerazzurro, predica concentrazione ai suoi, in vista della partita di giovedì a Milano: “Hanno dimostrato di saper reagire ed essere sempre pericolosi, ma l’Inter è più forte“.

Deciso e determinato, durante l’intervista Shaqiri, che vuole a tutti i costi passare il turno e perché no, puntare alla vittoria della coppa che significherebbe avere il pass per la prossima Champions League: “Abbiamo commesso un grande errore contro il Celtic, ma non lo rifaremo in Italia“. Così lo squalo si prepara mentalmente al ritorno dei 16esim, avvertendo gli avversari parlando con i media britannici, senza peli sulla lingua: “L’Inter è più forte ma all’andata abbiamo sottovalutato gli scozzesi: pensavamo che la partita fosse vinta e non abbiamo dato il rispetto dovuto al Celtic. Ora se andremo avanti di due, tre o anche quattro gol rimarremo focalizzati perché sono capaci di segnare – poi prosegue Shaqiri – Hanno dimostrato di saper reagire ed essere sempre pericolosi ed è stato frustrante buttare via un vantaggio di due gol, ma Mancini ha tenuto a sottolineare con noi che il 3-3 non è un brutto risultato. Squadre come il Barcellona ci hanno perso a Celtic Park quindi quando pensi al pareggio forse non è così male. Segnare tre reti in trasferta è sempre una buona cosa. Lo sviluppo della gara può aver dato fiducia al Celtic, ha dato loro la forza e la convinzione di poter seganre contro di noi e sono sicuro che arriveranno in Italia con questa convinzione. Abbiamo molto rispetto per il Celtic, ma credo quello che credevo anche prima dell’andata, cioè che noi siamo molto superiori. Giocare di fronte ai nostri tifosi implica che non dobbiamo permetterci dei cali di concentrazione. Mi aspetto di andare avanti“.

Un bel biglietto da visita, dunque, quello presentato durante l’intervista Shaqiri, per un Celtic che verrà certamente a Milano per giocarsi il tutto per tutto, ma che troverà di fronte una squadra di leoni. O meglio, di squali!

  •   
  •  
  •  
  •