Statistiche Roma-Feyenoord, tra gol di Cassano e temibili monetine

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

0203romaajax_08

Antonio Cassano. E’ lui l’ultimo marcatore della Roma contro una squadra olandese. Era esattamente il 19 marzo del 2003 e la Roma, allo stadio Olimpico, ospitava l’Ajax di Van Gaal, che tra le sue file annoverava gente del calibro di Ibrahimovic, Chivu, Maxwell, Van der Vaart, Litmanen e Van der Meyde (autore del momentaneo vantaggio olandese). Una Roma certamente diversa da quella attuale, ancora nelle mani di Fabio Capello, che due anni prima l’aveva condotta al titolo, ma che non seppe mai ritagliarsi un posto in Europa, nonostante un rosa formidabile, infarcita di campioni e talenti. Sta di fatto che è questa l’ultima occasione in cui i giallorossi hanno sfidato una squadra olandese. Nella gara di andata, disputata all’Amsterdam Arena, i lancieri si imposero per 2-1 grazie alle reti di Ibrahimovc e Litmanen, cui rispose parzialmente Batistuta allo scadere. La sola altra occasione in cui i capitolini hanno trovato sulla loro strada una compagine proveniente dalla terra dei mulini, risale addirittura alla Coppa delle Coppe 1969/1970. Quella volta avversario fu il Psv Eindhoven. All’andata i giallorossi ebbero la meglio grazie ad un rigore siglato, ironia della sorte, da Fabio Capello. Al ritorno i biancorossi si imposero con lo stesso risultato rendendo necessario, dopo i supplementari, l’utilizzo della monetina per decretare il passaggio del turno. Sorteggio che arrise alla squadra di Herrera la quale, tuttavia, pagherà a caro prezzo questo bizzarro metro di decisione, in semifinale infatti verrà buttata fuori dai polacchi del Gornik Zabrze nello spareggio di Strasburgo (dopo che le due gare di andata e ritorno erano finite entrambi in parità). Per la cronaca quell’edizione della Coppa delle Coppe sarà vinta dal Manchester City.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: