Conferenza stampa Garcia “Siamo carichi, la qualificazione si gioca sui 180 minuti”

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

rudi garcia

Conferenza stampa Garcia “Siamo carichi, la qualificazione si gioca sui 180 minuti-   A poco più di 24 ore dal fischio d’inizio di Fiorentina Roma, derby italiano degli ottavi di Europa League, parla in conferenza stampa Rudi Garcia, accompagnato dall’ex di turno Adem Ljajic. Ecco la conferenza stampa integrale: Domani sera si attende una risposta dalla squadra, cosa ha insegnato la gara di coppa Italia con la Fiorentina? “Abbiamo giocato già tre volte con loro, domani è una gara differente che si gioca comunque sui 180 minuti, c’è da gestire bene le due partite se vogliamo qualificarci. Questo è il nostro obiettivo, fare meglio di domenica non sarà difficile”; lo scorso anno dopo ogni gol c’era un grande abbraccio collettivo, quest’anno c’è meno feeling? “No, è che si segna meno in questo momento”, si parla di una Roma che vuole cambiare, in cosa cambierà domani? “domani voglio vedere la Roma di Rotterdam e gli ultimi minuti con la Juve, voglio che facciano bene come hanno fatto fino a poco tempo fa”; per Ljajic: Montella ha detto che per fermarti ti farò trovare nutella e play station in albergo: “Scherzava sicuramente, lo conosco bene”, per entrambi: la Roma sembra che per fare una grande partita abbia bisogno di uno shock, mentre in Europa ha trovato più continuità “i primi mesi abbiamo fatto bene, ci sta un momento così così e dobbiamo tornare sul nostro livello” risponde l’attaccante; tutte e due le squadre arrivano senza centravanti, chi soffrirà di più? “noi non abbiamo il Capitano, loro Gomez, ma ci sono Doumbia e Babacar, sono possibilità per gli allenatori di avere un centravanti.”

La conferenza stampa di Garcia continua con le seguenti domande: il fatto che la Fiorentina giochi un calcio propositivo può essere un bene? “Intanto dico che domani Adem farà bene, sul fatto della Fiorentina che gioca, si ma le partite sono un pò strane, i miei sanno che dobbiamo essere pronti ad ogni atteggiamento dell’avversario e mettere le nostre potenzialità sul campo”; a Ljajic, questa è una squadra psicologicamente bloccata? “secondo me non è una cosa così, siamo un gran gruppo, parliamo tra di noi e vogliamo tornare sul nostro livello, già da domani; per Garcia in cosa è cambiato Ljajic? “Ho sempre detto che è un talento enorme, ha preso consapevolezza che può essere letale, gli ho chiesto continuità, è stato anche criticato lo scorso anno, ma ha dato la miglior risposta sul campo ma non deve addormentarsi la stagione è lunga, ma sta facendo bene”; per Adem Ljajic, seguite in campo ciò che vi dice Garcia? “sicuramente lo seguiamo, è una cosa normale, proviamo a mettere in campo quello che ci viene chiesto in allenamento”; Garcia “oggi ho avuto paura di perdere due giocatori nella partitella per la voglia messa, basta questa risposta”; cosa rappresenta davvero l’Europa League? “Noi vogliamo andare ai quarti, abbiamo due partite, l’obiettivo principale per la stagione è la qualificazione in Champions”; Ljajic: “In Champions abbiamo giocato bene e ce la siamo giocata, per quanto riguarda l’Europa League vogliamo passare.” “Siamo carichi, la qualificazione si gioca sui 180 minuti e dobbiamo gestirla bene” in sintesi il discorso della conferenza stampa Garcia.

  •   
  •  
  •  
  •