Mario Corso: “Inter, vietato sbagliare nuovamente in difesa. Rimonta? Io ci credo”

Pubblicato il autore: Carlo Perigli Segui

mario corso

MARIO CORSO INTER: “CON IL LIVERPOOL FUMMO PERFETTI, CI CREDEVAMO SIA NOI CHE I TIFOSI”

Gara perfetta, senza errori difensivi e sopratutto senza paura, ecco gli ingredienti che, secondo Mario Corso, l’Inter deve mettere in campo domani sera per compiere l’ennesima impresa della sua storia. E il numero 11 di quella che fu la grande Inter di trionfi se ne intende, essendo stato tra i protagonisti di quella clamorosa rimonta ai danni del Liverpool nel 1964-65, di quel 3-0, dopo lo 0-2 subito in Inghilterra, che portò l’Inter alla finale col Benfica. Ma quali sono gli ingredienti di una vittoria così importante? “Dietro quella rimonta c’è più di un segreto ha dichiarato Corso in un’intervista a Tuttosport. In primis, noi eravamo una grande squadra e lo abbiamo dimostrato, sul campo, in tutti quegli anni. C’era talento in rosa, c’erano valori: sì, era proprio una bella Inter. L’altro segreto è stato il pubblico di San Siro: i nostri tifosi quel giorno ci hanno dato una carica incredibile, loro ci credevano tanto quanto noi nella rimonta e noi ce l’abbiamo fatta anche per questo. Entrati in campo, avevamo capito che non si poteva sbagliareE quel giorno contro il Liverpool non abbiamo sbagliato. 

MARIO CORSO INTER: QUESTA SQUADRA HA TUTTE LE CARTE IN REGOLA PER VINCERE 2-0

Un precedente importante, che tuttavia per Mario Corso non deve influenzare eccessivamente i giocatori che scenderanno domani. “Forse è meglio che i giocatori non pensino troppo a quello che è successo nel 1965 contro i Reds. L’Inter piuttosto pensi a giocare contro il Wolfsburg senza pressioni e senza paura. L’importante, per eliminare i tedeschi, sarà non commettere gli errori fatti all’andata in difesa, anche perché quest’anno sono stati davvero tanti”. La speranza però, è l’ultima a morire e Corso in questa squadra ci crede molto. “Io però credo tantissimo nella rimonta: l’Inter ha giocatori di qualità che possono risolvere il match in qualsiasi momento. E’ vero, mancherà Shaqiri, ma ce ne sono altri pronti a fare bene. L’Inter, ripeto, ha tutte le carte in regola per vincere 2-0. Sì è vero, il Wolfsburg è una grande formazione, ma l’Inter, con una gara perfetta a livello difensivo, può andare ai quarti di Europa League e lì se la giocherà con tutti”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: