Europa League, probabili formazioni dei quarti di finale

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui
Europa League

Quarti di finale di Europa League, le probabili formazioni

Serata di coppa, serata di Europa League. Stasera, ore 21.05, vanno in scena i quarti di finale della competizione continentale per club seconda solo alla Champions League. In campo tutte le otto contendenti alla vittoria finale, che, ricordiamolo, quest’anno, oltre al trofeo, assegna anche un posto nella prossima edizione della coppa dalle grandi orecchie. In campo, dicevamo, tutte e otto le squadre, tra cui le due italiane.

Il Napoli affronta in terra di Germania il Wolfsburg. Entrambe le squadre sono ben attrezzate per arrivare fino in fondo alla competizione e il match sembra già una semifinale più che un quarto. I tedeschi vengono dalla vittoria nel doppio confronto con l’Inter, i partenopei dal successo sulla Dinamo Mosca.

 

Wolfsburg-Napoli

Wolfsburg (4-2-3-1): Benaglio; Vieririnha, Naldo, Knoche, Ricardo Rodriguez; Guilavogui, Luiz Gustavo; Perisic, De Bruyne, Caligiuri; Dost. All. Hecking.

Napoli (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Koulibaly, Goulham; Inler, David Lopez; Callejon, De Guzman, Hamsik; Higuain. All. Benitez.

L’altra italiana, la Fiorentina, se la vedrà con gli ucraini della Dinamo Kiev, squadra temibile soprattutto in casa propria, dove stasera la Viola è chiamata a ben figurare. Montella sa che i suoi non sono in un ottimo momento, ma l’Europa League potrebbe essere la via più rapida per una ripresa dal punto di vista mentale della squadra. Ma Rebrov venderà sicuramente cara la pelle.

Dinamo Kiev-Fiorentina 

Dinamo Kiev (4-3-3): Shovkovskiy; Danilo Silva, Khacheridi, Dragovic, Antunes; Veloso, Rybalka; Sydorchuk; Yarmolenko, Teodorczyk, Lens. All. Rebrov.
Fiorentina (3-5-2): Neto; Tomovic, Gonzalo Rodriguez, Savic; Joaquin, Badelj, Pizarro, Mati Fernandez, Alonso; Gomez, Salah. All. Montella.

Match di grande spessore quello tra la “retrocessa” Zenit San Pietroburgo e la detentrice del titolo Siviglia. Gli spagnoli affrontano una squadra temibile soprattutto dal punto di vista delle individualità, con Hulk, Witsel e Rondon su tutti a disposizione del tecnico Villas Boas, ma Emery e i suoi hanno dalla loro l’organizzazione tattica e un Bacca in più.

Sivilia-Zenit SP

Siviglia (4-2-3-1): Rico, Figueiras, Trémoulinas, Carriço, Pareja; Mbia, Iborra, Vidal; Banega, Vitolo; Bacca. All. Emery.
Zenit SP (4-3-3): Lodygin; Anykov, Garay, Lombaerts, Neto; Javi García, Witsel, Mogilevets; Shatov, Rondón, Ryazantsev. All. Villas-Boas.

Chiude la serata Bruges-Dnipro. Un match che non affascina certo per importanza di entrambi i club, ma che può sorprendere proprio perché sono due realtà belle e che giocano un bel calcio.

Bruges-Dnipro

Bruges (4-1-3-2): Ryan; De Fauw, Mechele, Bolingoli-Mbombo, De Bock; Simons; Vormer, Silva, Vázquez; Refaelov, De Sutter. All. Preud’homme.
Dnipro (4-5-1): Boyko; Fedetskiy, Douglas, Cheberyachko, Léo Matos; Kankava, Rotan, Bezus, Luchkevych, Konoplyanka; Kalinić. All. Markevich.

  •   
  •  
  •  
  •