Risultati e highlights Europa League: poker Napoli, pari Fiorentina

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui
Europa League

Quarti di finale di Europa League, risultati e highlights

E’ una serata buona per le italiane. Buona per i risultati in Europa League, buona per le prestazioni. Ottima se si considera il pareggio in extremis agguantato dalla Fiorentina in Ucraina contro la Dinamo Kiev. Partita che si è chiusa sull’1-1, punteggio che dà un vantaggio importante alla squadra di Montella in vista della gara di ritorno. Ritorno dove il Napoli potrebbe e dovrebbe giocare con tranquillità dopo i 4 gol rifilati al Wolfsburg nella tana dei lupi verdi. 4-1 lo score finale a favore dell’11 di Benitez, che può così festeggiare in allegria le sue 55 candeline. Tutto in discussione invece tra Siviglia e Zenit, con gli spagnoli che si impongono di misura (2-1) sui russi, e tra Brugge e Dnipro, con le squadre che si accontentano dello 0 a 0 e rinviano a giovedì prossimo eventuali sogni di gloria.

Risultati Europa League:

Wolfsburg-Napoli 1-4. Grande prestazione della banda azzurra, chiamata alla vigilia ad un match difficile in casa della seconda squadra tedesca, imbattuta alla Volkswagen Arena e sconfitta solo una volta nelle ultime 23 partite. Ma il team di Benitez in Europa League si scatena e i lupi verdi se ne accorgono sin dai primi minuti. Prima rete azzurra già al 15′. Mertens lancia Higuain che scatta sul filo del fuorigioco. Il pipita forse stoppa col braccio, ma a tu per tu con Benaglio con sbaglia. Passano 8 minuti e il Napoli raddoppia: numero di Maggio sull’out di destra, assist a Higuain che premia con un filtrante l’inserimento di Hamsik. Piatto destro e Benaglio di nuovo ko. Nel minuto di recupero si supera Andujar, che devia sulla traversa la botta dai venti metri di Schurrle. Si va alla ripresa, dove il Wolfsburg sembra aumentare la pressione e creare grattacapi alla difesa partenopea. Ma nel momento di maggior difficoltà del Napoli, ecco che arriva l’errore di Guilavogui che serve involontariamente Callejon. Lo spagnolo ringrazia e serve ad Hamsik la più comoda delle palle, che lo slovacco insacca senza problemi. Esce il capitano, entra Gabbiadini, ma la musica non cambia: cross di Insigne, testa dell’ex Sampdoria, e sono 4!!! Il Napoli molla, il Wolfsburg con le ultime forze trova il gol della speranza in… contropiede, con Perisic che serve a Bendtner un assist al bacio che l’ex Juventus non può non trasformare in rete. Successo Napoli. Al San Paolo, fra una settimana, strada in discesa.

Highlights Wolfsburg-Napoli

Dinamo Kiev-Fiorentina: 1-1. In Ucraina è un monologo della viola, che con Gomez e Salah spreca l’incredibile. Soprattutto l’egiziano si divora una ghiottissima occasione su assist di Borja Valero a tu per tu col portiere 40enne ucraino Shovkoskty, ma la conclusione è centrale. In precedenza Joaquin reclama un rigore per un tocco di mano in aria di rigore di un difensore della Dinamo, ma l’arbitro lascia proseguire. Al 36′, alla prima occasione per la squadra di Rebrov, arriva il gol di Lens. L’olandese si libera sulla trequarti e lascia partire il destro, Neto è sulla traiettoria ma viene beffato dalla deviazione di Tomovic che lo mette fuori causa. Si va negli spogliatoi. Montella non cambia, la Fiorentina sta giocando bene e riparte da dove ha lasciato. Gomez però non è in giornata e il tecnico campano se ne accorge: fuori il tedesco, dentro Babacar. Sarà la mossa decisiva, perché dopo un pressing prolungato la Fiorentina nei minuti di recupero arriva al pari. Azione sulla destra di Mati Fernandez. Cross in area di rigore e Babacar è lestissimo a sfruttare la palla vagante per siglare l’1-1, importantissimo per i viola in vista del ritorno di giovedì prossimo.

Highlights Dinamo Kiev-Fiorentina

Siviglia-Zenit 2-1. Grande partita al Sanchez Pizjuan, si affrontano la detentrice del titolo con una delle squadre retrocesse dalla Champions. Sono i russi a passare in vantaggio, meritatamente, grazie al gol di Ryazantsev con uno spunto personale che beffa Sergio Rico al 26′. Il Siviglia però non ci sta e reagisce. La squadra di Emery combatte sul campo, pian piano ne prende possesso e trova prima il pari col gol del solito Carlos Bacca, al suo 21° centro stagionale, con uno stacco di testa imperioso, poi il vantaggio con Denis Suarez, che all’88’ supera il portiere russo con un preciso tiro dal limite.

Brugge-Dnipro 0-0. Poche emozioni tra le due cenerentola dell’Europa League. Né i belgi né gli ucraini vogliono correre particolari rischi e il gioco ristagna soprattutto a centrocampo. Poche le occasioni sul terreno di gioco e alla fine il pari a reti bianche non accontenta né demoralizza nessuno. Tutto rinviato al ritorno.

  •   
  •  
  •  
  •