I francesi e l’ironia sulla maglia della Lazio: “Nera perché fascisti”

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

lazio maglia nera

Domani sera la Lazio affronterà gli ucraini del Dnipro a Dnipropetrovsk per la prima partita della fase a gironi dell’Europa League 2015-16. In quest’occasione la squadra della Capitale vestirà per la prima volta la maglia nera disegnata da Macron per le coppe europee. Il quotidiano francese Le Monde, non si sa bene a che pro, ha ironizzato sul colore della casacca della Lazio associandolo alle ideologie di estrema destra che accomunano molti tifosi della squadra guidata da Stefano Pioli.

La maglia della Lazio, scrive il giornalista de Le Monde Abel Mestre, “è una maglia che farà tornare dalla pensione Paolo Di Canio, giocatore di affermate convinzioni fasciste“. “Il club laziale – prosegue  – ha una cattiva reputazione soprattutto per i suoi sostenitori neofascisti di Curva Nord, che si sono distinti più volte per slogan e cori razzisti“. Ovviamente l’articolo del quotidiano francese ha scatenato la polemica sui social network. Il web si divide fra chi critica la scelta cromatica della squadra di Roma e chi invece parla di attacco gratuito nei confronti della società di Claudio Lotito. Mestre è ora occupato a rispondere su Twitter alle critiche ricevute ma non sembra particolarmente preoccupato delle conseguenze delle sue parole. Nel frattempo la Lazio, che si sta concentrando sulla partita di domani, non ha ancora preso una posizione ufficiale sull’accaduto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: