Sintesi e risultato finale Fiorentina-Basilea: sconfitta per la viola

Pubblicato il autore: Andrea Russo Segui

Fiorentina-Basilea

Sintesi e risultato finale Fiorentina-Basilea Il neo allenatore della Fiorentina, Sousa, affronta il suo passato recente del Basilea, squadra di vertice svizzera che può contare tra le sue fila qualche vecchia conoscenza del calcio italiano come Walter Samuel, che però questa sera non figura tra i giocatori che compongono la formazione titolare. La Fiorentina arriva molto motivata a questa partita, viene da sei vittorie casalinghe di fila e, anche stasera, all’Artemio Franchi, la squadra viola vuole vincere. Dall’altra parte, il Basilea non vuole certo sfigurare a Firenze, anche perché la squadra svizzera non perde da quindici incontri e, tra l’altro, non ha perso nessuna delle ultime 7 partite in trasferta. Al fischiare dell’avvio del match al Franchi, la Fiorentina parte subito forte e si rende subito pericolosa già al secondo minuto, con un’azione molto pericolosa e fortunosa da parte di Kalinic che è bravo a sfruttare i rimpalli e riesce a mettere in rete, è 1-0 per la Fiorentina. La squadra viola sembra padrona del campo, ma al dodicesimo minuto il Basilea ha un’occasione con Michael Lang, difensore della squadra svizzera, che calcia fuori, mancando lo specchio della porta. Al ventesimo minuto, sempre lo stesso Lang sfiora un clamoroso autogol ai danni della sua squadra, ma il Basilea è più vivo e si vede già al ventottesimo minuto quando Embolo si rende pericoloso e impegna Sepe, stasera chiamato a difendere la porta viola. Altra occasione per la squadra svizzera che, al quarantunesimo minuto, attacca pericolosamente la metà campo avversaria, Bjarnason però calcia fuori. Finisce il primo tempo al Franchi, con la Fiorentina in vantaggio. Tuttavia il Basilea dal venticinquesimo minuto del primo tempo è cresciuto e il match è proseguito in modo equilibrato.

Sintesi e risultato finale Fiorentina-Basilea La gara riprende per il secondo tempo e subito Jakub “Kuba” Błaszczykowski si rende pericoloso e colpisce il palo quando sono passati ancora solo tre minuti dall’inizio del secondo tempo. La Fiorentina è entrata con un altro piglio in campo e al cinquantottesimo minuto di gioco assistiamo ad un tiro di Khouma Babacar, che viene però respinto dalla difesa avversaria. Al sessantaseiesimo minuto, però, Gonzalo Rodriguez mette in difficoltà la squadra, rifilando una gomitata all’avversario e venendo prontamente sanzionato dall’arbitro con il cartellino rosso. La Fiorentina ora è costretta a tenere duro e difendere il risultato per venti minuti. Con i viola in dieci, il Basilea prende sempre più campo e al settantunesimo Birkir Bjarnason firma il pareggio per la sua squadra, portando il risultato della sfida di Firenze sull’1-1. La partita si fa in salita per la Fiorentina, mentre il Basilea ha gioco facile, prima Bjarnason e, subito dopo, Embolo si rendono pericolosi per il Basilea ma entrambi, fortunatamente, non trovano lo specchio della porta. Purtroppo è solo l’indizio del nuovo gol del Basilea che al settantanovesimo con Mohamed Elneny passa in vantaggio per 1-2 su assist del nuovo entrato Matias Delgado. Grandissimo gol da venticinque metri dell’egiziano. Per la Fiorentina, Błaszczykowski e Babacar provano a portare la partita sul pareggio, ma non riescono nel loro esito. Vengono assegnati quattro minuti di recupero, ma già allo scadere del primo il Basilea si rende di nuovo pericoloso con Embolo. Gara amara per la Fiorentina che viene sconfitta in casa.

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •