Fiorentina, Sousa: “Col Tottenham sfida Champions. Zarate? Conoscendo il calcio italiano…”

Pubblicato il autore: The Dude Segui

sousa
“Avendo avuto modo di conoscere il calcio italiano, non avevo dubbi sull’entità della squalifica. E poi c’è la Roma…”. E’ un Paulo Sousa amareggiato quello che analizza la squalifica di tre giornate rifilata a Mauro Zarate al termine della vittoria contro l’Inter di domenica sera. E annuncia che la Fiorentina ricorrerà in appello contro la decisione del giudice arbitrale. “Purtroppo i miei presagi si sono avverati – aggiunge il tecnico portoghese – ma ora non è il momento di rimuginare. Dobbiamo metterci al lavoro per limitare quello che per me è qualcosa di immeritato”. Alla vigilia della gara contro il Tottenham, sedicesimi di finale dell’ Europa League, c’è spazio anche per parlare di calcio giocato. “Sarà una sfida Champions – prosegue Sousa – il Tottenham è una squadra preparata, sta bene atleticamente. Giocano un grande calcio, anche facendo turnover. Non sarà facile per noi avere ragione di loro”. Qualcuno poi ricorda a Sousa che la Fiorentina lo scorso anno ha eliminato proprio i londinesi, sempre nei sedicesimi di finale. Ma il lusitano non vuole sentir parlare di precedenti: “Il Tottenham è una squadra diversa rispetto all’anno scorso. I giocatori sono maturati, anche dal punto di vista del gioco. Dovremo avere il pallino del gioco, guai a lasciarglielo. Essere in Europa è un prestigio per la società e per il calcio italiano: puntiamo a rimanerci anche la prossima stagione”. E a proposito di turnover, qualche cambio la Fiorentina lo farà? “Si, abbiamo bisogno di giocatori freschi in vista dei numerosi impegni all’orizzonte”. Sousa prosegue poi parlando dello stato di forma di alcuni singoli: “Kalinic sta tornando ai livelli che gli competono, come evidenziato contro l’Inter. Badelj è a disposizione, potrebbe partire dal primo minuto, ma non possiamo rischiarlo per cui valuteremo attentamente le sue condizioni”.

Leggi anche:  Barcellona Milenkovic, sarebbe lui il sostituto di Piqué: lo spagnolo starà fuori sei mesi
  •   
  •  
  •  
  •