Spurs, Pochettino: “Domani faremo di tutto per approdare agli ottavi”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

pochettino

Domani torna in campo l’Europa League con il ritorno dei sedicesimi di finale. Tra i match ci sarà Tottenham-Fiorentina finita pari all’andata, da poco è terminata la conferenza di mister Pochettino. Ecco le sue parole:

Quanto tenete all’Europa League?: “L’ho già detto. Ogni partita è importante. Lo era anche quella di FA Cup e anche se meritavamo non siamo riusciti a passare il turno. Domani faremo di tutto per approdare agli ottavi. Questo è un momento chiave per noi e vogliamo essere pronti a tutti gli impegni”.

Sarà un Tottenham diverso rispetto allo scorso anno?: “Il primo tempo l’anno scorso abbiamo giocato benissimo, nella ripresa le cose sono cambiate anche perché i viola hanno cambiato modo di giocare. Quest’anno sarà diverso, le cose sono cambiate. La Fiorentina è una delle migliori squadre della Serie A ma ci faremo trovare pronti”.

Cosa pensa in merito all’episodio che ha visto coinvolto Dele Alli all’andata?: “Ne abbiamo parlato. Dele è molto giovane e deve imparare. Devo dire però che è un ragazzo molto bravo. In campo vuole dimostrare di essere tra i migliori e contro il Crystal Palace ha fatto un’ottima gara ed è rimasto calmo”.

Leggi anche:  Probabili formazioni Serie A - 10° Giornata

Come stanno Dembelé, Kane e Lloris?: “La buona notizia è che Lloris è tornato in gruppo. La brutta è che sia Kane che Dembelé non saranno della gara. Harry penso che potrà recuperare per domenica, oggi non era presente perché era prevista una visita di controllo”.

Quanto è importante il turn over?: “Dobbiamo lottare per vincere tutte le partite ed è importante far giocare tutti per motivarli”.

Crede che la sconfitta in FA Cup avrà delle ripercussioni?: “Siamo delusi, non è mai bello perdere ma abbiamo giocato tante partite e a volte capita. Abbiamo giocato meglio del Crystal Palace, ma l’importante è mantenere questo livello”.

Lo scorso anno c’è stato un calo nel periodo chiave. Cosa avete imparato?: “Nella vita c’è sempre da imparare dal passato. I giocatori sono diversi, ma per vincere le partite dobbiamo segnare. Dobbiamo dimostrare di essere pronti per vincere tutte le partite”.

Leggi anche:  Fiorentina, può arrivare il miglior ds in circolazione!

Stamattina c’erano due giovani ad allenarsi con la prima squadra. Lo hanno fatto per imparare o perché potranno giocare entro la fine della stagione?: “Sono vere entrambe le cose, devono imparare e noi crediamo molto in loro. Sappiamo che hanno un grande potenziale”.

Kane avrebbe voluto giocare?: “Non può. Il medico e i dottori glielo hanno impedito”.

Quando rientrerà Dembelé?: “Credo tra 10-14 giorni. non è molto grave, ma il suo infortunio arriva in un momento chiave della nostra stagione, quando abbiamo molte gare ravvicinate”

Domani basterà lo 0-0. Come affronterete la gara?: “Metteremo in campo tanta energia e cercheremo di segnare fin da subito non pensando allo 0-0”.

In Inghilterra la Fiorentina ha perso poche volte. Pensa che questo possa influire?: “I giocatori non pensano a queste cose, le statistiche non contano. Rispettiamo la Fiorentina perché è una grande squadra che gioca molto bene a calcio, sia in casa che in trasferta, ma non possiamo pensare al passato”.

Leggi anche:  News mercato Fiorentina, l'esperto di mercato Paganini: "Duello Piatek-Milik per l'attacco"

A volte si dice che l’Europa League dia fastidio per via dei tanti impegni. Nel caso di passaggio del turno pensa che la cosa possa aiutarvi anche per il campionato?: “Se vinceremo saremo molto contenti. Non si sa mai però, il calcio è imprevedibile, magari vinciamo domani e la cosa non ci aiuterà in futuro. Penso solo che i giocatori siano pronti per la sfida di domani sera”.

  •   
  •  
  •  
  •