Rapid Vienna – Sassuolo 1-1, Di Francesco si tiene stretto il punto

Pubblicato il autore: Andrea Malavolti Segui

Il Sassuolo a Vienna era partito male e si era trovato in svantaggio già dopo 7 minuti quando il Rapid è andato a segno con Schaub. Ma i neroverdi cambiano volto dopo l’ingresso di Defrel e trovano il pareggio grazie a un’autogol di Schrammel che ha deviato nella sua rete il pallone per anticipare proprio il numero 11 emiliano. Una gara molto intensa questa di Europa League, con un totale di 37 tiri di cui 17 degli austriaci solo nel primo tempo. L’allenatore sassolese Eusebio Di Francesco è visibilmente soddisfatto del punto conquistato: “Abbiamo fatto un’ottima partita – commenta il tecnico -: dopo un inizio difficile siamo cresciuti gradualmente e abbiamo fatto un buonissimo secondo tempo, dove c’è stata una nostra pressione costante”. Gli emiliani nel finale avrebbero anche potuto trovare il colpo della vittoria. “E’ vero, avremmo dovuto però scegliere soluzioni migliori di quelle che abbiamo provato, ma non dimentichiamoci che noi siamo il Sassuolo, una squadra che gioca con tanti giovani e che non ha l’esperienza che ha per esempio il Rapid, che schiera tanti giocatori importanti. Noi dobbiamo adattarci all’Europa, anche al modo diverso che hanno i direttori di gara di valutare certi contatti”. Il mister neroverde conclude la sua analisi: “Comunque bravi davvero tutti, bene Mizzitelli e Pellegrini, così come Matri che ha fatto sempre salire la squadra. Sono veramente contento, qualche errore ancora lo facciamo ma la strada e la mentalità sono quelle giuste, noi giochiamo sempre per vincere”. Un ultimo pensiero all’impegno di campionato di domenica, il derby contro il Bologna: “Abbiamo poco tempo per preparare la gara, torniamo a notte inoltrata”. Poi una battuta sul figlio Federico che gioca con i rossoblù felsinei: “So che c’è un ragazzino che gioca nel Bologna a cui dovremo stare molto attenti….”, sorride Di Francesco.
Passando ai giocatori, Lorenzo Pellegrini è contento della sua partita e di quella della formazione neroverde: “Possiamo essere soddisfatti di questo pareggio, anche se

rapid vienna sassuolo

rapid vienna sassuolo

forse potevamo vincere nel finale di gara. Diciamo però che, per come si era messa la partita all’inizio, questo risultato può andare bene”. Un pareggio meritato ma arrivato su un autogol abbastanza clamoroso: “E’ vero – commenta Pellegrini – in quell’episodio siamo stati abbastanza fortunati, ma è altrettanto vero che nella ripresa abbiamo giocato più noi rispetto al Rapid”. Un gol ancora una volta subito nei primi minuti ma su questo aspetto Pellegrini non sente particolari campanelli d’allarme: “Personalmente credo sia soltanto una coincidenza quella di subire a inizio gara, non certo una questione mentale. Quello che ci manca a questi livelli è senza alcun dubbio un pizzico di esperienza in più, ma giocando arriveremo anche a colmare questa lacuna. In ogni caso anche stasera, come del resto facciamo sempre, siamo scesi in campo per ottenere il massimo da questa partita”. Il giovane Luca Mazzitelli, protagonista a Vienna di una buona gara, si sofferma sul tema della qualificazione: “Credo che il discorso della qualificazione sia assolutamente apertissimo. E non solo per noi, ma per tutte le quattro squadre del nostro girone. I giochi sono ancora tutti da fare, noi daremo il massimo per andare ancora avanti nella competizione”.

  •   
  •  
  •  
  •