Totti record: a 40 anni nella top 11 dell’Europa League. Maria Sensi: “È un ingrato”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
totti

Francesco Totti

Totti ancora da record, il fresco quarantenne capitano della Roma è stato inserito dall’Uefa nella top 11 dell’ultima giornata dell‘Europa League. Il capitano giallorosso è stato protagonista assoluto della partita giocata all’Olimpico contro i rumeni dell‘Astra Giurgiu, match vinto dai capitolini per 4-0. Totti non ha segnato, ma è stato autore di tre assist che hanno permesso ai compagni di andare a segno, consegnando i tre punti a Spalletti. Settimana da incorniciare dunque per Totti, ma non tutti hanno avuto parole dolci per il capitano della Roma. La signora Maria Sensi, vedova del presidente Franco è rimasta delusa dal comportamento di Totti:”Come uomo Totti mi ha delusoci va dura su RadioRadio – né io né mia figlia Rosella siamo state invitate alla sua festa e deve prendersi le sue responsabilità. Mio marito e mia figlia hanno contribuito a tenerlo a Roma, lo hanno accontentato in tutto, aiutando anche suo fratello a diventarne il procuratore. È il terzo – quarto errore che fa nei confronti della mia famiglia”. Parole dure nei confronti di Totti, protagonista dello scudetto della Roma nel 2001, proprio con la presidenza Sensi, il capitano romanista non ha replicato alle accuse della signora Sensi. Gli inviti alla serata di gala per i quarant’anni del numero dieci sono stati fatti da Ilary e dal suo staff e fuori dalla lista sono rimasti anche, per scelta, tutti i quadri dirigenziali della società attuale. Francesco ha scelto di invitare solo pochi storici dipendenti di Trigoria. Come sembra aver invece capito Rosella Sensi. “Comprendo l’amarezza di mia madre – le sue parole – il nostro rapporto con Francesco è andato sempre al di là dell’aspetto professionale. Ma ora pensiamo a vincere perché è questo che abbiamo sempre voluto. Tvb fratellone “.

Totti in panchina con l’Inter,  Spalletti con il dubbio Dzeko

La settimana giallorossa, partita malissimo dopo il KO con il Torino e risollevata dalle feste per Totti e dalla vittoria in Europa League, si concluderà domenica con il posticipo con l’Inter. I nerazzurri sono usciti con le ossa rotte dalla trasferta di Europa League di Praga con lo Sparta. Totti contro in nerazzurri partirà dalla panchina, visto che contro l’Astra Giurgiu è partito dal primo minuto. A far compagnia al capitano in panchina ci potrebbe essere anche Edin Dzeko, Spalletti infatti potrebbe puntare sul tridente leggero Salah-Perotti-El Shaarawy, che tanto bene ha fatto nella passata stagione. Match fondamentale per i giallorossi che non possono permettersi più passi falsi in campionato, dopo aver già perso due partite su sei in questo inizio di campionato.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Roma, Fonseca: "Necessario dimenticare Napoli e vincere"