Astra Giurgiu-Roma, conferenza Spalletti: “Buoni segnali in vista del Milan”

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

luciano-spalletti-roma
L’Astra Giurgiu ha meritato la qualificazione? “Per quello che ho visto contro di noi l’Astra ha meritato la qualificazione. Il terreno ci ha messo un po’ in difficoltà, però oggi mi sono piaciuti, anche se potevano fare qualcosa di più nel cercare il gol. Noi, dal canto nostro, abbiamo fatto una partita intelligente. Noi facciamo un campionato importante, costruita per fare cose importanti. Stiamo lottando con altre avversarie ugualmente attrezza e abbiamo tutte le qualità per fare un campionato dignitoso”. Sek era all’esordio assoluto, cosa ne pensa di lui e anche di Vermaleen? “Buona prestazione, anche se è mancato qualcosa i. In avanti. Un po’ di qualità, ma non era neanche facile essendo schiacciati sulla linea difensiva. In difesa abbiamo fatto buone cose, teniamo anche conto che loro avanti hanno due ottimi giocatori. Alibech è uno che quando prende posizione è difficile spostarlo, così come Badescu e Saponaro. Sek avevo il timore non finesse la partita e invece ce l’ha fatta e anche bene, compiendo buoni cross e buoni movimenti. Peres ed Emerson hanno faticato un pochino, anche El Shaarawy venendo da un infortunio e dovendo giocare su un campo particolare come questo”. Su Totti: “Oggi ha tentato di sviluppare quello che deve fare un calciatore, è chiaro che le sue qualità sono diverse e su questo campo era abbastanza difficile farle uscire fuori, con la palla che non scivolava liscia ma rimbalzava. Però nel possesso, ad esempio, ha fatto vedere tutte le sue qualità. Ci sarà sempre bisogno di lui. Adesso è tornato ad allenarsi regolarmente e se mi serve lo uso e, come successo in passato, usandolo può dare grandi soluzioni”. Che segnali a avuto in vista della partita di lunedi sera contro il Milan? “Sono cosciente di avere delle scelte e questo è uno stimolo per tutti. Veermalen, ad esempio, ha fatto molto bene e mi ha dato ottime indicazioni. Per quanto riguarda El Shaarawy vale lo stesso discorso per tutti quelli del reparto offensivo: non era facile con una difesa disposta così. Da un punto di vista di tattica di squadra non ha potuto usare le sue qualità, il campo gliele ha anche peggiorate quindi è chiaro che davanti non siamo stati eccellenti. Comunque a me interessava che facesse un’ora per bene e la risposta c’è stata. In vista della sfida col Milan anche lui si giocherà una maglia da titolare”. Sul prosieguo del cammino: “Lo diranno le prossime partite a dire se siamo idonei o meno a questa competizioni. Di certo essendo la Roma dobbiamo avere l’aspirazione di arrivare fino in fondo ad ogni competizione. Se a gennaio capiteranno dei calciatori utiili a colmare reparti che vedono un’inferiorità numerica opereremo là. Per ora non credo ci sia la necessità. Questo è un gruppo bellissimo, quindi vanno fatte tutte le valutazioni. Poi, è chiaro, se arriva qualcuno in grado di farti migliorare nessuno gli chiuderà le porte. Allison e Gerson hanno fatto due ottime prestazioni e questi sono segnali positivi che fanno parte della crescita della nostra squadra”.

  •   
  •  
  •  
  •