Lazio, Immobile non si ferma più. Murgia provvidenza per Simone Inzaghi

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
immobile

La Lazio vince in Europa League, Immobile trascinatore

Lazio, con Immobile si sogna. Terza vittoria consecutiva in partite ufficiali per la Lazio che soffre ma batte il Vitesse in Europa League. I biancocelesti danno seguito alla spettacolare vittoria con il Milan ed escono con i tre punti dalla trasferta olandese. Inzaghi aveva rivoluzionato la squadra con tanti giocatori nuovi all’esordio stagionale. Il valore aggiunto di questa Lazio di inizio stagione resta lui, Ciro Immobile. Il bomber di Torre Annunziata è in vero e proprio stato di grazia. Tra Nazionale e Lazio ha segnato 6 gol nelle ultime quattro partite giocate. Non solo, Immobile ha anche propiziato il gol del 3-2 segnato da Murgia. Il giovane centrocampista è stato ancora una volta decisivo, come in Supercoppa contro la Juventus. Partita di grane sofferenza per la Lazio che è stata due volte in svantaggio contro un Vitesse che ha messo in grande difficoltà gli uomini di Simone Inzaghi. Ma i biancocelesti giocano sempre da squadra e riescono a venire a capo anche delle partite più complicate.

Certo la Lazio non ha ricambi in tutti i reparti all’altezza dei titolari. Inzaghi, visto il doppio impegno, dovrà chiedere uno sforzo ai giocatori chiave per la sua squadra. De Vrij, Parolo, Milinkovic-Savic, Immobile sono giocatori insostituibili per una Lazio che vuole volare alto in Italia e in Europa. Non sarà facile gestire campionato ed Europa League con una rosa non profondissima. In questo senso saranno preziosissimi per Inzaghi i recuperi di Nani e Felipe Anderson. Il portoghese potrebbe essere convocato per la prima volta domenica contro il Genoa. Ci vorrà più tempo per il brasiliano che dovrebbe tornare a disposizione dopo la prossima sosta per le nazionali.

Lazio, Immobile mai così in carriera

Per la prima volta nella sua vita calcistica gioca con la stessa maglia per due stagioni di fila. Ciro Immobile ha trovato la sua dimensione giusta con la maglia della Lazio. Il bomber di Torre Annunziata a 27 anni ha trovato la sua piena maturità calcistica. Come dimostrato anche in nazionale oggi è lui il miglior attaccante italiano. Gol, ma non solo. Immobile riesce a coprire tutto il fronte d’attacco di Inzaghi, ben supportato dai compagni che ben ne assecondano i movimenti.

Per Immobile sono state importanti anche le esperienze all’estero con Borussia Dortmund e Siviglia. Stagioni non felicissime, ma che hanno contribuito alla crescita calcistica dell’ex Pescara. Domenica prossima Immobile avrà di fronte da ex il Genoa. Neanche in rossoblu il bomber napoletano ha avuto troppe gioie, ma questo ora è solo il passato. Il presente di Ciro il grande è tutto biancoceleste, in attesa che torni ad essere anche azzurro. Probabilmente Ventura si affiderà a lui per staccare il biglietto per la Russia. Sperando che la Lazio e Inzaghi conservino Immobile in questo stato di grazia il più a lungo possibile.

  •   
  •  
  •  
  •