Euro 2016, Italia-Bulgaria: 3 punti e certezze

Pubblicato il autore: Fabrizio Caminiti Segui

conte

Italia-Bulgaria di domani sera ore 20,45 allo stadio Barbera di Palermo, gara valida per la qualificazione agli Europei 2016, sarà il terzultimo gradino prima di staccare il biglietto di partecipazione alla competizione continentale. Il C.t. Antonio Conte è chiamato a dare una risposta convincente dopo l’opaca prestazione contro Malta nel match precedente del gruppo H.

Conte a fine gara commentò:” Era una partita a rischio hai tutto da perdere. Loro erano molto chiusi e si affidavano a Effiong in attacco che è molto veloce. Sarebbe stato meglio segnare prima e stare più tranquilli. Ora siamo in testa al girone, che resta equilibrato anche perché la Croazia ha pareggiato e la Norvegia ha vinto. Abbiamo aggredito fin dal principio, provando a fare la partita. Ma sapevamo sarebbe stata dura. Non esistono squadre materasso e con il Malta ha fatto fatica persino la Croazia, ma è indubbio che c’è da migliorare tanto”. Gli azzurri si trovano adesso a quota 15 punti eguagliando la Croazia. Contro la Bulgaria l’imperativo è vincere dato che una vittoria potrebbe mettere una seria ipoteca sulla qualificazione e prenotare un volo diretto per la Francia. Qualche problema di formazione per il C.t. azzurro che è intenzionato a mescolare le carte. Tutto lascia credere che opterà per un 3 -5-2 con la difesa juventina, che tanto fece vincere al tecnico, Barzagli con Bonucci e Chiellini.

A centrocampo molto probabile l’impiego di De Rossi al centro dei 5 di centrocampo a fare da collante tra difesa e mediana. La novità sarà lo spostamento di Darmian sull’esterno dei 5 di centrocampo. Fiducia a Parolo che ha dimostrato che da interno riesce a inserirsi bene per creare superiorità numerica in avanti. In attacco ancora la coppia Zaza- Pellè, con il secondo, punto fermo dell’attacco azzurro dopo il gol decisivo al Franchi nella scorsa partita contro Malta. Con i 3 punti auspicabili di domani, l’Italia arriverebbe a quota 18 punti, e se la Croazia dovesse battere la Norvegia allora basterebbe anche un solo pareggio con la Norvegia nel match successivo e una sconfitta contro l’Azerbaian.

Non è il momento di fare calcoli perché domani non sarà decisiva solo per il punteggio, piuttosto sarà un test probante per cercare risposte tattiche concrete da mettere in valigia e ritrovare in Francia la prossima estate.

Italia: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Darmian, Candreva, De Rossi, Parolo, Pasqual; Zaza, Pellè.

All. : Conte.

Bulgaria: Mitrev; Bandalovski, Aleksandrov, Bodurov, Minev; Chochev, Dyakov; Tonev, Popov, Milanov; Rangelov. All. : Petev.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: