Pavoletti, Bonaventura, Insigne, Romagnoli. Il “meglio” del calcio italiano a casa o a rischio taglio

Pubblicato il autore: Collu Luca Segui

Sorprese nella lista dei convocati di Antonio Conte

lista dei convocati Conte.
Antonio Conte
, ct della nazionale italiana, ha diramato la lista dei convocati dei 30 giocatori che parteciperanno al raduno a Coverciano in vista di Euro 2016.
L’elenco ha destato qualche perplessità ai tifosi azzurri a causa di alcune esclusioni illustri e di convocazioni a sorpresa.
Fuori dalla lista ci sono giocatori che hanno giocato una stagione da protagonisti nelle loro rispettive squadre:
Leonardo Pavoletti è il miglior marcatore Italiano in serie A e negli altri principali quattro campionati Europei con 14 gol in 25 presenze.
Si è distinto per grinta, sacrificio e fiuto del gol che avrebbe aiutato la nazionale a scardinare le difese avversarie.
Ma il ct non ha visto in lui (a differenza degli appassionati di calcio) il giocatore giusto per l’europeo (scatenando l’ira nei social visibile attraverso l’hashtag #jesuispavo).
Il commissario tecnico ha preferito dare una chance all’interista Eder, nonostante le poco brillanti prestazioni con la maglia neroazzurra, a Ciro Immobile continuamente tormentato dagli infortuni e Zaza (quasi mai titolare con la maglia della Juventus e ultimo nelle gerarchie di Allegri).
– Il difensore Alessio Romagnoli, nonostante la brutta stagione giocata dal suo club, si è distinto per personalità e doti difensive, diventando il leader della difesa rossonera.
Il giovane difensore che ha collezionato quest’anno 40 presenze fra campionato e coppa italia (in cui ha segnato anche 2 gol), è stato scavalcato nelle scelte di Antonio Conte da Daniele Rugani nella lista dei convocati.
Il giocatore juventino ha collezionato solo 21 presenze con la maglia bianconera (14 da titolare) sulle 52 disputate dal suo club, e non ha messo in mostra le doti che si aspettavano da lui dopo l’ottima stagione all’ Empoli.
Spesso in campo, è stato ripreso dai suoi compagni di squadra per la timidezza, mancanza di freddezza, poca lucidità e ingenuità, dimostrando di non essere ancora pronto per la nazionale maggiore.
Allegri lo ha sempre considerato l’ultimo nelle gerarchie difensive della Juventus, preferendo schierare Caceres.
Quando il giocatore uruguaiano si è infortunato, Max (a dimostrazione delle qualità ancora acerbe di Rugani) ha preferito cambiare modulo di gioco piuttosto che schierare il difensore ex Empoli.
Mentre nella lista dei 30 convocati troviamo due assoluti protagonisti delle serie A che sembrano destinati all’incredibile esclusione:
Bonaventura è il giocatore preferito dai tifosi rossoneri e durante la stagione ha dimostrato una personalità che pochi in questa Italia posseggono.
Assoluto leader della formazione del Milan: sacrificio, corsa, invenzioni, dribbling, personalità, gol e assist.
Centrocampista capace di ricoprire tutti i ruoli di centrocampo, infatti è stato impiegato da mezzala, ala sinistra, centrocampista laterale e trequartista, risultando sempre determinante in ogni posizione che ha occupato.
Il giocatore ha collezionato 39 presenze abbellite da 7 gol e 10 assist tra campionato e coppa italia, e quando disponibile è sempre stato titolare.
Nonostante questo, Antonio Conte sembra non vedere in lui le qualità messe in mostra da Jack durante l’ennesima ottima stagione disputata.
Infatti sembrano avere più possibilità di essere convocati Sturaro e Thiago Motta sull’ ex bergamasco, anche se il primo ha collezionato più panchine che presenze nella Juventus, mentre il secondo non è al meglio della forma dopo l’ennesimo infortunio subito con la maglia del Psg e sembra non essere più il giocatore di un tempo.
Lorenzo Insigne, esterno d’attacco del Napoli, questa stagione ha collezionato 42 presenze con la maglia azzurra realizzando 13 gol e 11 assist.
Quasi sempre titolare con la maglia napoletana, ha rimesso in mostra(se ce n’è fosse stato bisogno) le sue enormi qualità:
facilità di tiro, dribbling, velocità, precisione nei passaggi e tanti km percorsi.
Insigne sarebbe l’ideale nel 4-3-3 di Antonio Conte, visto che il fantasista ricoprirebbe il ruolo in cui è stato utilizzato per tutte la stagione dal suo tecnico Maurizio Sarri, o nel 3-5-2 grazie al suo spirito di sacrificio e alle sue ripartenze rapide.
Ma il ct della nazionale Italiana non sembra pienamente convinto di portare Lorenzoil Magnifico” in Francia per Euro 2016, rischiando di essere escluso nella lista dei convocati definitiva.

Leggi anche:  Euro 2020, dove vedere Finlandia-Russia: streaming e diretta tv in chiaro?

I 30 convocati da Conte:
Portieri: Gianluigi Buffon (Juventus), Federico Marchetti (Lazio), Salvatore Sirigu (Paris Saint Germain);
Difensori: Davide Astori (Fiorentina), Andrea Barzagli (Juventus), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Angelo Ogbonna (West Ham), Daniele Rugani (Juventus), Davide Zappacosta (Torino), Matteo Darmian (Manchester United), Mattia De Sciglio (Milan);
Centrocampisti:  , Antonio Candreva (Lazio),  Marco Benassi (Torino), Giacomo Bonaventura (Milan), Daniele De Rossi (Roma), Alessandro Florenzi (Roma), Emanuele Giaccherini (Bologna),  Jorginho (Napoli), Riccardo Montolivo (Milan),
Thiago Motta (Paris Saint Germain), Marco Parolo (Lazio), Stefano Sturaro (Juventus), Federico Bernardeschi (Fiorentina);
Attaccanti: Eder (Inter), Ciro Immobile (Torino), Lorenzo Insigne (Napoli), Graziano Pellè (Southampton), Simone Zaza (Juventus), Stephan El Shaarawy (Roma).

  •   
  •  
  •  
  •