Euro 2016, Benzema al veleno: “Deschamps si è piegato alla Francia razzista”

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

benzema deschamps

“Deschamps si è piegato alle pressioni della parte razzista della Francia”. È la pesante accusa lanciata da Karim Benzema all’indirizzo del ct francese in merito all’esclusione dalla lista dei 23 della nazionale francese per gli Europei. Una decisione legata alle vicende extracalcistiche dell’attaccante del Real Madrid, coinvolto nell’inchiesta su un presunto ricatto a luci rosse ai danni del connazionale Mathieu Valbuena. 

“Avevo già saltato il Mondiale in Sudafrica nel 2010 – ha sottolineato -, ma saltare l’Europeo in casa è una mazzata. Questa è senza dubbio una delle più grandi delusioni della mia carriera. E’ chiaro che seguirò e tiferò per la mia Nazionale, ma avrei voluto esserci e rappresentare il mio paese davanti ai nostri tifosi”, questo l’amaro sfogo di Benzema in un’intervista concessa al quotidiano sportivo spagnolo “Marca”.

“È difficile da accettare, ma ho la fortuna di avere al mio fianco il Real Madrid che ho sentito vicino in ogni momento. Dopo la vittoria della Champions League sono molto più tranquillo. Tornare in Nazionale? Io non porto rancore, ma è la Francia a doversi rendere conto che con me ha sbagliato”, ha continuato l’attaccante.
“La Francia può arrivare in fondo? Forse. Può andare lontano, è una squadra molto forte a cui però manca un po’ di esperienza. C’è un buon gruppo, giovani determinati e un pubblico che sarà l’uomo in più”, ha proseguito il franco-algerino per poi tornare sulla vicenda giudiziaria: “In questa storia l’unica persona che sa cosa è successo e che conosce la verità è Valbuena, ma non l’ha voluta raccontare. Io volevo aiutarlo, nient’altro, però alla fine questa storia è andata contro di me”.

Il discorso si è poi spostato sul ct Deschamps: “Lui razzista? No, questo no. Ma si è piegato alle pressioni di una parte razzista del paese. In Francia il partito estremista ha raggiunto il secondo turno nelle ultime due elezioni. Quindi non so se si tratti di una decisione solo di Didier. Io con lui e con il presidente federale (Noel Le Graet, nda) mi sono sempre trovato bene. Non ho problemi con nessuno, ma evidentemente c’è chi sta cercando di vendermi come una persona problematica. Ho più di 40 milioni di seguaci sui social network e dire che la gente non mi vuole è ridicolo. Di sicuro ci sono state grandi pressioni mediatiche. Sono state dette e scritte tante falsità. Poi ci sono quelli che fanno le indagini, ma sinceramente di loro mi fido poco”, ha concluso il giocatore madridista.

Le parole di Benzema hanno immediatamente suscitato molteplici polemiche Oltralpe. “Le esternazioni di Karim sono ingiustificate e inaccettabili. In questa Federazione non c’è nessun razzismo. Le scelte di Deschamps si basano esclusivamente su competenze e criteri tecnici”, le parole del segretario di Stato francese allo Sport, Thierry Braillard, rilasciate ai microfoni della tv francese BFMTV.

  •   
  •  
  •  
  •