Euro 2016 Italia: Trionfo Spagna, ma ora?

Pubblicato il autore: Francesco Morano Segui

nuova-maglia-italia
A qualche giorno dal trionfo con la Spagna, che ha regalato alla nazionale italiana di calcio l’accesso ai quarti di finale, è arrivato il momento di fare i conti. Per l’ Italia non solo sarà difficile scendere in campo con i campioni del mondo, ma dovremo anche avere a che fare con dei grossi problemi a centrocampo.

Durante Italia-Spagna De Rossi ha subito un infortunio muscolare al quadricipite sinistro che gli impedirà di giocare la prossima partita e Thiago Motta è diffidato e anche lui salterà la sfida. Quest’anno è stato molto sfortunato per i centrocampisti della nazionale: Marchisio, Verratti e Montolivo si sono infortunati ancora prima dell’inizio della competizione.

Ulteriori notizie poi rischiano di far preoccupare: Buffon, Candreva e De Rossi non si sono allenati con il resto della squadra. Del centrocampista romanista ne abbiamo già parlato, mentre per Buffon pare essere prassi non allenarsi con il gruppo il giorno successivo alle partite: solo palestra per lui. Preoccupa invece Candreva, non si hanno ancora notizie certe e lo staff medico sta lavorando per gli accertamenti e per capire se sarà in grado di recuperare per l’atteso quarto di finale, anche se la sua assenza non fa pensare in maniera molto ottimistica. Siamo comunque in attesa di ulteriori notizie ufficiali.

Come può quindi Conte rimediare a questo problema ? Le soluzioni appaiono poche, ma durante una conferenza stampa il ct ha dichiarato che avrebbe dovuto adattare qualcuno e inserirlo fuori dal suo ruolo predominante.

Con molta probabilità questo compito toccherà a Sturaro, che scenderà in campo al posto di De Rossi. Si tratta però di capire se Conte gli affiderà proprio i compiti di centrale o se toccherà a Parolo accentrarsi, lasciando al giovane compagno il lato destro. Spunta anche un’ipotesi molto remota, che però potrebbe anche essere oggetto di valutazione da parte del ct: far avanzare Bonucci. Per caratteristiche tecniche e storia personale potrebbe non essere un’idea così cattiva, ma ciò andrebbe a cambiare i meccanismi di una difesa fin qui molto buona e solida, con l’inserimento di Darmian o Ogbonna nella parte sinistra della difesa a tre.

A questo punto potrebbero venire a crearsi nuovi scenari abbastanza inusuali per conte: il cambio di modulo. Per quanto questo ulteriore “piano B” possa risultare impensabile si tratta invece di una probabile opzione al vaglio del team tecnico. Più che per il “classico” 4-4-2, ci sarebbero gli uomini per il 3-4-3 (e a quel punto il partito si potrebbe parlare di un posto per Insigne). Ma attenzione: con quel sistema di gioco, l’ Italia a Monaco ne prese 4. Occorre però anche far notare che i centrali in quell’occasione erano Thiago Motta e Montolivo, mentre ora ci sono Giaccherini e Parolo in gran forma. Si nota però che  il bolognese e il laziale sembrano più adatti a muoversi tra il regista e gli esterni, invece che da coppia da centrocampo pura.

Si potrebbe anche ipotizzare un 4-3-3 con l’inserimento di un trequartista e di un innesto in difesa, rischiando però di sbilanciare la squadra e rivoluzionare in modo troppo eccessivo il metodo di gioco della nostra nazionale.

Non possiamo quindi fare altro che attendere ulteriori notizie sugli infortunati e sulle decisione prese da Conte e augurare alla nostra nazionale il meglio possibile.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,