L’Inghilterra risorge nella ripresa e beffa il Galles : finisce 2-1

Pubblicato il autore: Michele D. Segui
LENS, FRANCE - JUNE 16: Daniel Sturridge and Danny Rose of England celebrate England's second goal during the UEFA EURO 2016 Group B match between England and Wales at Stade Bollaert-Delelis on June 16, 2016 in Lens, France. (Photo by Christopher Lee - UEFA/UEFA via Getty Images)

Sturridge, Rose, Vardy festeggiano il 2-1 nel recupero che permette all’Inghilterra di superare il Galles

Al Felix Bollaert di Lens, in un clima di festa, va in scena il derby d’oltre manica tra Galles e Inghilterra, due squadre a lungo rivali , con i “dragoni” in testa al girone con 3 punti e gli Inglesi a seguire a 1 punto dopo il pareggio con la Russia. La vigilia è stata caratterizzata dalle schermaglie tra Bale e Hodgson, con il campione del Real Madrid che ha detto che i gallesi giocano con più passione e orgoglio degli inglesi, e con il tecnico che ha definito l’uscita incommentabile.
Hodgson decide di confermare in blocco la formazione scesa in campo contro i Russi, lasciando ancora fuori Vardy e Sturridge. Coleman cambia tre uomini, inserendo Ledley, Robson-Kanu e recuperando Hennessey in porta.
La partita parte con gli Inglesi che tentano di tenere il pallino del gioco, mentre il Galles si difende alto e attento. La prima occasione è per Sterling, che mette alto in spaccata dopo un’azione corale. Per una buona mezzora non succede nulla, con l’Inghilterra troppo lenta e prevedibile. Al 32′ mano netta in area di Davies: l’arbitro soprassiede, ma il rigore ci poteva stare. Ci vuole un episodio, e questo arriva al 42′: punizione velenosa da 35 metri di Bale, Hart lentissimo e poco reattivo e palla in rete, la seconda su punizione del campione del Real in questo europeo, con altrettanti errori del portiere. Il Galles a questo punto sarebbe qualificato, l’Inghilterra appesa a un filo.

Hodgson finalmente si ravvede e nell’intervallo cambia tutto in avanti: fuori gli inguardabili Kane e Sterling, dentro i richiestissimi Sterling e sopratutto Jamie Vardy, eroe di Leicester. E come volevasi dimostrare è proprio lui, continuando nella sua stagione magica, che  al 55′ si fa trovare al posto giusto e al momento giusto sfruttando al meglio un rimpallo su Williams per insaccare il gol del’ 1-1: 4 gol su 9 presenze in nazionale, e gli inglesi che si gasano, cominciando ad attaccare con veemenza. Per tutta la ripresa schiacciano i gallesi, ci provano con Rooney, Alli e il neo entrato Rashford, non producono granchè, ma è solo al 91′ , quando oramai non sembrava più possibile l’impresa, che arriva il gol dell’altro neo-entrato Daniel Sturridge: il giocatore del Liverpool chiude un’azione nello stretto da lui stesso iniziata e perfezionata da Vardy e Alli. Dopo il brivido finale al 93′ con il colpo di testa di Bale fuori di poco, la partita va in ghiaccio.

Per l’Inghilterra è una vittoria importantissima che permette di superare il Galles e la Slovacchia e di salire in testa al girone, prima di affrontare nell’ultima proprio la compagine di Hamsik. Per i dragoni grossa delusione, per un’impresa quasi sfiorata: certo il secondo tempo è stato troppo rinunciatario, e Bale a parte il gol non è stato nella sua giornata migliore, cosi come Aaron Ramsey. Ora si giocheranno tutto con la Russia nell’ultima giornata, in un girone che pare essere uno dei papabili a portare agli ottavi pure la terza squadra.

Galles – Hennessey; Gunter, Chester, Williams, Davies, Taylor; Ledley (67′ Edwards) , Ramsey, Allen; Robson-Kanu (72′ J.Williams), Bale.
Inghilterra – Hart; Walker, Cahill, Smalling, Rose; Dier, Rooney; Lallana , Alli, Sterling (46’Vardy); Kane (46’Sturridge)
Gol: 42′ Bale, 55′ Vardy, 91′ Sturridge
Ammonizioni: 61′ Davies(G)

  •   
  •  
  •  
  •