Tavecchio: “Noi domani andiamo per vincere la partita”

Pubblicato il autore: Francesco Sbordone Segui

tavecchioCarlo Tavecchio, presidente federale del calcio italiano ha seguito da vicino l’ultimo allenamento degli azzurri di Antonio Conte. Il presidente è il primo a parlare alla vigilia della gara d’esordio dell’Italia ad Euro 2016. Tanti gli argomenti trattati, dalla gara con il Belgio al futuro di questa nazionale.

E’ un Tavecchio molto fiducioso: “Non so dove arriveremo ma sono convinto che faremo bene, di sicuro noi giochiamo per vincere sempre poi accetteremo il risultato del campo.  I ragazzi sono concentrati ma nei momenti di svago si divertono giocando a biliardo e ping pong, sono affiatati da due anni di frequentazione e dal lavoro di Conte che punta molto su questo aspetto”.
Il discorso poi passa alla sfida contro il Belgio e anche qui Tavecchio ha le idee molto chiare: “Noi domani andiamo per  vincere la partita e andare avanti con risolutezza. Abbiamo avuto un po’ di sfortuna nell’incontrare una squadra forte, ma quando si è a un Europeo tutti sono forti. Ho visto che anche altre grandi squadre come Francia e Inghilterra hanno fatto fatica, quindi siamo tutti su una stessa barca che non è semplice da condurre. Il ritiro a Montpellier? Ogni tanto facciamo le cose per bene. Siamo molto contenti della location, l’ambiente è sereno e credo che sia la condizione ideale per arrivare molto forti a una sfida. Conte in trance agonistica? Con lui parliamo sempre, è concentratissimo. Ma non solo oggi, dovreste conoscerlo. E’ un bene che sia così, abbiamo bisogno di condottieri e lui sta dimostrando di esserlo. Poi i risultati fanno tutto”.
E per il futuro? Di sicuro ci sarà Giampiero Ventura sulla panchina dell’Italia ma Tavecchio ci tiene a precisare alcune cose sulla questione di Marcello Lippi: “La Corte Federale è un organismo composto da magistrati super partes che decideranno funzione e interpretazione della norma con competenza e indipendenza di giudizio, aspettiamo il parere. Se un uomo come lui farebbe bene al nostro calcio? Credo di sì”.
Inevitabile il commento di Carlo Tavecchio sui gravi incidenti e gli scontri che sono avvenuti a Marsiglia per la gara tra Inghilterra e Russia. “Sono fatti vergognosi, ma la Francia sarà all’altezza e saprà difendere la legalità del torneo – il giudizio di Tavecchio – . Credo che tutto dipenda dall’alcol. Sono andati fuori di testa perché non erano normali, avevano bevuto. E’ un problema grave, bisognerebbe ridurre la vendita dell’alcol ma in una città come Marsiglia è quasi impossibile. In quanti aspettano solo questo momento per fare dei modesti guadagni? Le città sono tutte così ormai, dove ci sono tifosi con mire prevaricatrici credo che sarà difficile. Ma i francesi saranno all’altezza di difendere la legalità del torneo. Servivano più controlli alle frontiere? Non mi permetto di giudicare l’atteggiamento della Francia -risponde il numero uno del calcio italiano-, è un grande paese con grandi capacità e secondo me manterrà l’ordine come si conviene. Purtroppo le tensioni fra paesi e l’ignoranza di una parte della società civile si riflettono in un evento così importante, sta nelle cose. Ma penso che la sicurezza francese sarà all’altezza”.

  •   
  •  
  •  
  •