Europei 2016 – Il Portogallo è CAMPIONE!

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

portogallo
In una serata magica il Portogallo riesce a scrivere per la prima volta il suo nome nell’Albo d’oro dei Campionati Europei battendo per 1 a 0 la Francia. Alla fine di una partita difficile, non bella, ma combattuta e in bilico fino alla fine, la squadra lusitana ha avuto la meglio su una Francia che non avrebbe meritato di perdere, ma che ha pagato le incertezze sotto porta dei suoi campioni. Il gol decisivo è stato segnato al 4° minuto del secondo tempo supplementare da Eder, subentrato al 78° a Sanches. “Les bleus” di Didier Deschamps sono stati in certi momenti padroni del campo, hanno deliziato i propri sostenitori con azioni di gioco di rara bellezza, ma hanno dovuto inchinarsi davanti al Portogallo, che ha perso per infortunio Cristiano Ronaldo al 10° minuto del primo tempo. CR7 ha tentato di resistere stringendo i denti, ma si è dovuto arrendere e abbandonare il terreno di gioco al 24° minuto.
Le formazioni iniziali non hanno riservato sorprese. Il Portogallo, in applicazione del modulo 4-1-3-2, è sceso in campo con Rui Patricio in porta, difesa a 4 schierata con Cedric, Pepe, Fonte e Guerriero, W. Carvalho subito davanti la retroguardia, Sanches, A. Silva e Joao Mario a costruire, Nani e Ronaldo a finalizzare.
La Francia, schierata con il 4-2-3-1, ha risposto con Lloris, Sagna, Koscielny, Umtiti, Evra; Pogba, Matuidi; Sissoko, Griezmann, Payet; Giroud.
La partita era stata preceduta dalle dichiarazioni stizzite di Fernando Santos, il commissario tecnico dei lusitani, che, come riferito nelle pagine de “La Gazzetta dello Sport” di oggi, ad un giornalista italiano che gli aveva fatto notare che le finaliste dell’Europeo forse non erano le migliori squadre viste in campo, aveva riposto “Chi lo dice? E quale finale sarebbe stata migliore? L’Italia è uscita…. Una cosa è pensare, un’altra è la verità. Il Portogallo è arrivato in finale, traguardo meritato per quanto visto fin qui”. Per poi continuare con queste altre parole: “Spero che continuino a dire che il nostro calcio non è granché. Noi fin qui abbiamo vinto e lo abbiamo meritato, e domani spero di andare a casa molto contento. Voglio che la gente continui a dire che il Portogallo ha vinto senza meritarlo, a patto che ce ne andiamo via con il trofeo. La Francia è favorita, ma parliamo di pronostici: le partite bisogna giocarle”.

Europei 2016 – Portogallo Campione: la partita

La partita, come già riferito, non è stata bella. Ma raramente partite di così grande importanza possono essere belle. La Francia, incitata senza sosta dal pubblico di casa, ha avuto il merito di iniziare alla grande, come già le era successo contro la Germania in semifinale. Già al 5° minuto si è resa pericolosa con un gran colpo di testa di Griezmann respinto da Rui Patricio. Ha esercitato una costante pressione sul Portogallo, con delle azioni ben congegnate, ma non è riuscita a scardinare la difesa avversaria. I lusitani hanno saputo resistere con una difesa attenta e puntuale nelle chiusure, cercando di tanto in tanto di controbattere agli attacchi francesi. Il primo tempo si è chiuso a reti inviolate, con la Francia ad attaccare ed il Portogallo a difendersi, con l’impressione che il risultato si sarebbe potuto sbloccare solo per un colpo di classe di uno dei campioni in campo. I tempi regolamentari si sono chiusi con un palo colpito da Gignac al 92°. Al 109° minuto il gol di Eder che ha deciso la partita: l’attaccante portoghese ha sferrato un gran tiro da fuori area che si è insaccato alla sinistra di Lloris. La Francia è apparsa tramortita dal colpo, ha cercato di reagire, ma il Portogallo ha chiuso tutti i varchi. Il fischio finale dell’arbitro, l’inglese Clattemburg, ha sancito il trionfo del Portogallo e la disperazione dei giocatori francesi e di tutto il pubblico di casa è apparsa evidente.
I migliori sono stati Eder e Rui Patricio per il Portogallo e Sissoko per la Francia.

  •   
  •  
  •  
  •