Italia – Germania, le dichiarazioni azzurre nel post partita

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

Italia Interviste
Peccato. Ancora una volta la lotteria dei calci di rigore risulta essere fatale per l’Italia. Gli uomini di Antonio Conte sono costretti a cedere il passo alla Germania che, in semifinale, troverà la vincente di Francia-Islanda. Queste le parole dei protagonisti azzurri

Antonio Conte: “Io sono orgoglioso di questi ragazzi. Hanno dimostrato di amare la maglia, di aver dato tutto: usciamo senza alcun rimpianto. Perché l’impegno è stato il massimo. Lo ripeto: sono orgoglioso di questa Italia. Essere stati battuti ai rigori da questa Germania dispiace. Perché potevamo andare avanti noi. In questo mese e mezzo abbiamo formato una squadra che ha reso orgogliosa l’Italia. La squadra campione del mondo che cambia sistema per cercare di mettere in contrapposizione a quella che tanti hanno definito una piccola: aver avuto la possibilità di eliminare questa Germania ci deve rendere orgogliosi. Torniamo a casa ma i ragazzi meritavano di continuare. Se di rimpianti possiamo parlare, l’unico di questo Europeo è solo quello di questi calci di rigori. Per il resto nulla: nessun rimpianto. I bilanci a me non piace farli, li fanno gli altri: a me interessa aver fatto un’esperienza incredibile con questi ragazzi ed essere rispettati e temuti da tutti. Un addio dalla Nazionale? Questo è un arrivederci. La strada è ben tracciata, lascio un’eredità importante, una piccola macchina da guerra”

Gianluigi Buffon: “È stato tracciato un solco importante, bisogna proseguire su questa strada perché si è fatto il massimo di quello che potevamo fare e stava bastando. Quando si è squadra, quando si fanno le cose insieme tutto è possibile. Conte ci ha detto di essere orgoglioso di aver allenato un gruppo come noi e che dobbiamo fare il possibile per conseguire il nostro sogno. Siamo dispiaciuti perché meritavamo, tre rigori sbagliati dagli altri non sono bastati per vincere, è una cosa clamorosa, non si può spiegare. Non mi sono mai sentito appoggiato: al mio fianco ho avuto sempre il presidente. Sembrava che dovessi fare la guerra da solo, ma io non mi battevo per me, bensì per la Nazionale. Mi auguro che in futuro si dia spazio anche alla Nazionale”

Leonardo Bonucci: “All’inizio di quest’avventura avevamo detto che saremmo dovuti uscire a testa alta nel caso in cui arrivasse l’eliminazione e così è stato. Abbiamo tenuto testa ai campioni del mondo e questo ci inorgoglisce. Siamo stati tutti dei grandi uomini, tutti quelli venuti qui in Francia. Grazie agli italiani perché sono stati presenti, ci hanno dato entusiasmo. Speriamo di averli resi orgogliosi di questa squadra. In questa competizione serve il gruppo, sapevamo che solo così potevamo dire la nostra. Abbiamo tenuto testa ai campioni del mondo, voglio fare solo un applauso a chi ha lavorato in questo biennio. Dispiace solo per i rigori, io sono orgoglioso di aver fatto parte di questo gruppo. Conte? Ci ha ringraziato, ma ovviamente era amareggiato per l’eliminazione. Pellè? Non c’è da dare la colpa a nessuno, mi soffermo solo su quanto di positivo fatto“.

Andrea Barzagli: “C’è un’immensa delusione, abbiamo veramente dato tutto. Purtroppo rimane la sconfitta e tutto ciò che di bello abbiamo fatto purtroppo non resterà, rimane solo grande delusione. Nessuno ricorderà niente di questa Nazionale che ha dato tutto. C’era voglia di stare insieme, dispiace tanto”.

 

  •   
  •  
  •  
  •