Euro 2016, scoppia il caso Renato Sanches: quanti anni ha il portoghese?

Pubblicato il autore: Mario Grasso Segui

2813
Sta trascinando il Portogallo verso la finale, a tratti facendo anche meglio di Cristiano Ronaldo (non uno qualsiasi, ndr). Eppure alla vigilia della delicata semifinale che vedrà impegnati i lusitani contro il Galles, scoppia il caso Renato Sanches. Il talento del Benfica, già acquistato dal Bayern di Carlo Ancelotti, non avrebbe 18 anni. La bufera è stata innalzata da Guy Roux, storico tecnico francese che ha guidato l’Auxerre per ben 44 anni.

L’allenatore transalpino ai microfoni di Dolce Sport ha affermato: “Posso dire con certezza che ha 23-24 anni. Dovremmo indagare sul suo passato – le parole di RouxLa sua data di nascita è stata dichiarata anni dopo, quindi quella registrata non è corretta”. Ufficialmente il giocatore originario di Capo Verde sarebbe nato il 18 agosto 1997 a Lisbona. Ma secondo le indiscrezioni sarebbe stato iscritto ai registri di stato civile della capitale portoghese con cinque anni di ritardo a causa della separazione dei suoi genitori”.

Insomma, un vero giallo rischia di travolgere il calciatore lusitano, che in questi Europei sembra essere in rampa di lancio. Un astro nascente del ‘futebol’ (per dirla in portoghese, ndr), che ha spopolato in patria con la maglia del Benfica, con cui ha anche già esordito in Champions nella stagione appena conclusa (contro l’Astana nel girone). Ha talmente impressionato il commissario tecnico Fernando Santos da guadagnarsi la convocazione per la rassegna in corso in Francia. A quanto pare ha impressionato a tal punto da far sì che il Bayern Monaco si fiondasse su di lui investendo la cifra tutt’altro che modica per un diciottenne (o presunto tale, ndr) di 35 milioni di euro più altri 45 milioni di bonus.

Il caso di Renato Sanches ci rimanda ad alcuni ricordi di casa nostra. Come dimenticare il camerunense Joseph Minala, diciannovenne su cui però ai tempi della sua permanenza nella ‘primavera’ della Lazio sono stati avanzati dubbi sulla reale età, poi smentiti e accantonati. Oppure, andando ancora più indietro nel tempo, il clivense Luciano. Per anni si è fatto conoscere col nome di Eriberto nato nel 1979 invece che nel 1975. Con questa falsa identità ha vestito la maglia di Bologna e Chievo, ma nell’estate 2002 rivela a tutti chi sia davvero. A Luciano questo costò un anno di squalifica, pena ridotta poi a sei mesi, al termine dei quali ha avuto addirittura una fugace esperienza all’Inter prima di tornare nel suo Chievo.

Tornando alla stella del Portogallo, non è certo il modo migliore per concentrarsi in vista di una semifinale. Che sia questa la prima vera prova di carattere per lui?

  •   
  •  
  •  
  •