Inghilterra-Danimarca, il rigore: due palloni in campo e dubbi sul contatto. Ecco i dettagli

Pubblicato il autore: Mattia DElia Segui


Inghilterra-Danimarca
termina 2 a 1 a favore della squadra di casa. Decisivo il calcio di rigore realizzato, sulla ribattuta, da Harry Kane durante i tempi supplementari. C’è tanta polemica sui social per quanto accaduto nell’azione che ha portato il calcio di rigore: nell’azione che porta Sterling a subire il presunto fallo da rigore ci sono due palloni in campo. Così sarà la formazione di Southgate la seconda finalista che domenica sera affronterà l’Italia a Wembley. Ecco di seguito i dettagli e i dubbi sul calcio di rigore che ha portato l’Inghilterra in finale.

Inghilterra-Danimarca: il calcio di rigore

Siamo al 102′ di Inghilterra-Danimarca quando il direttore di gara, l’olandese Danny Desmond Makkelie, indica il dischetto e assegna il calcio di rigore in favore della squadra di casa. Dribbling di Sterling in area sulla destra, contatto con Jensen e calcio di rigore. Da notare che il contatto tra Jensen e Sterling avviene con il calciatore inglese già in caduta, ma il Var (dopo il silent check) decide di confermare la decisione del direttore di gara. Inoltre, nell’inquadratura spunta un secondo pallone (fermo) sul terreno di gioco. Alla fine i due palloni si avvicinano pericolosamente, ma non si toccano e l’azione prosegue fino al contrasto che viene giudicato da rigore.

  •   
  •  
  •  
  •