Barcellona Caso Neymar: Bartomeu rischia 2 anni di carcere

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

barcellona caso neymar: bartomeu rischia 2 anni di prigione

BARCELLONA CASO NEYMAR
Il Pm della Corte di Madrid ha chiesto due anni di prigione per il presidente del Barcellona Josep Maria Bartomeu e addirittura sette per il suo predecessore Sandro Rosell per il caso Neymar. Finito sotto gli occhi dei giudici il trasferimento dell’ex fuoriclasse del Santos, società calcistica brasiliana, al Barcellona; il Pm, inoltre, infliggerà alla società catalana una multa da 68 milioni di euro, secondo indiscrezioni provenienti dagli ambienti giudiziari.

Josep Maria Bartomeu e  Sandro Rosell sono finiti nel mirino delle autorità perché sospettati di evasione fiscale per circa 13 milioni di euro: il Barcellona, infatti, nel maggio del 2013, dichiarò di aver pagato Neymar 57 milioni di euro ma si sospetta che la cifra reale pagata al Santos per assicurarsi le prestazioni del calciatore classe 92 sia di 83 milioni di euro, ben 26 milioni in più del valore dichiarato nel comunicato di acquisto. Sembra che la cifra sia stata nascosta attraverso un complesso giro di soldi attraverso diversi contratti. Barcellona sotto shock: nei prossimi giorni, comunque, si avranno maggiori informazioni riguardo la posizione di Bartomeu e Rosell (quest’ultimo accusato anche di gestione fraudolenta oltre che di reati fiscali) sul caso Neymar.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Tusquets, presidente del Barcellona: "Avrei venduto Messi"