Barcellona Real Madrid: tutto il mondo aspetta il Clàsico

Pubblicato il autore: Maurizio de Strobel Segui

barcellona real madrid

Barcellona Real Madrid non è mai stata, non è e non sarà mai una partita come tutte le altre. Barcellona Real Madrid è “El Clàsico”, come lo chiamano in Spagna. L’appuntamento è fissato per domenica 22 marzo alle ore 21. E’ una classicissima sia da un punto di vista storico, sia per l’importanza di entrambe le squadre. Non esiste una partita al mondo tra squadre di club più seguita di questa, si affrontano due tra le società più titolate e con i giocatori più forti: Lionel Messi da una parte, Cristiano Ronaldo dall’altra. Ma Barcellona Real Madrid è anche una sfida tra allenatori. In questo momento quello che sta peggio è Carlo Ancelotti, tecnico del Real, il quale però a parole gioca d’attacco: “Non firmo certo per un pareggio, non l’ho mai fatto in vita mia. Anche se loro ultimamente stanno meglio, noi possiamo vincere lo stesso. E, vincendo, saremmo nuovamente in testa alla classifica. Abbiamo già una strategia per questa partita e Ronaldo, anche se non è al top, potrà essere decisivo”.

Leggi anche:  Inter-Real Madrid, Zidane: "Con l'Inter sarà una finale"

Barcellona Real Madrid: il pensiero di Luis Enrique

Gli fa eco Luis Enrique, allenatore del Barcellona: “La partita di domenica non è decisiva, perché dopo questa ce ne saranno altre 10. Certo, vincendo andremmo a +4 e sarebbe un buon vantaggio. Il Real può vincere anche quando gioca male, perché ha talmente tanti campioni in squadra che gli possono risolvere la gara. Dovremo essere attenti in difesa e precisi in attacco, cercando di sfruttare tutte le occasioni che ci capiteranno. Il pubblico dovrà essere un’arma in più per noi, spingendoci a fare bene”. Barcellona Real Madrid: che partita! #barcellonareal

  •   
  •  
  •  
  •