Kondogbia-gol contro l’Espanyol (Video), il Valencia continua a sognare

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui


Kondogbia, che gol contro l’Espanyol.
Forse all’Inter avevano mandato il fratello scarso, fatto sta che Geoffrey Kondogbia è letteralmente rinato al Valencia. Dieci presenze e tre gol in questo inizio di stagione per il centrocampista francese. L’ex Monaco ha già convinto i dirigenti spagnoli ha riscattarlo dall’Inter e il Valencia continua a volare. Con un gran sinistro a giro Kondogbia ha sbloccato il match contro l’Espanyol. L’ex interista ha segnato battendo l’ex milanista Diego Lopez, poi nel finale il raddoppio di Santi Mina. 30 punti in 12 giornate, squadra imbattuta, il Valencia resta ben saldo al secondo posto nella Liga a +6 su Real e Atletico. Il tutto senza Simone Zaza, rimasto in panchina. L’ex Sassuolo e Juventus ha rimediato la rottura parziale del menisco, ma comunque può continuare a giocare. Secondo miglior attacco e terza difesa del campionato spagnolo, il Valencia di Marcelino va che è una meraviglia.

Nella squadra prezioso l’apporto di altri ex italiani come Neto e Murillo, così come l’ex meteora interista Montoya. Marcelino ha disegnato un 4-4-2 solido, ma con giocatori di grande qualità. Il capitano Parejo a centrocampo, gli attaccanti Mina e Rodrigo, grandi protagonisti della cavalcata del Valencia. Kondogbia ha già fatto vittime illustri in questo campionato, segnando anche al Santiago Bernabeu contro il Real Madrid. L’incubo retrocessione della passata stagione sembra lontano anni luce. Marcelino e i suoi stanno facendo rivivere al pubblico del Mestalla i tempi d’oro di Benitez e Cuper. Il sogno continua e domenica a Valencia arrivano Messi e il Barcellona.

Kondogbia-Zaza all’assalto del Barcellona

Alzi la mano chi immaginava che alla tredicesima giornata del campionato spagnolo avrebbe immaginato un Valencia-Barcellona fondamentale per le sorti della Liga. Nessuno, o quasi. Il Valencia in estate ha operato con molta intelligenza sul mercato. A partire dalla panchina. Marcelino, dopo aver fatto grande il Villarreal e aver sfiorato l‘Inter del dopo De Boer, ha ricostruito una squadra da zero. Il Valencia ha pescato molto nel campionato italiano: Neto. Murillo, Kondogbia e Zaza sono elementi base per l’allenatore valenciano.

Tutti in cerca di rivincite. Il portiere brasiliano, stanco della panchina a Buffon, ha accettato di ripartire da Valencia. Senza coppe, ma con la possibilità di esprimere con continuità le sue qualità. Murillo e Kondogbia hanno lasciato l’Inter per dimostrare di essere giocatori validi anche in un campionato importante come quello spagnolo. Zaza infine era a Valencia già a gennaio, ma in questa stagione è tornato l’attaccante ammirato con Sassuolo e Juventus. Peccato che un infortunio l’abbia privato della possibilità di giocare contro la Svezia. Magari con lui in campo l’Italia avrebbe trovato quel gol che avrebbe portato la Nazionale azzurra ai Mondiali. Peccato, ma evidentemente Zaza e l‘Italia non hanno una relazione facile. Poco male per il bomber di Policoro che domenica prossima, ginocchio permettendo, sfiderà Messi e Suarez con il Mestalla a fianco. C’è di che consolarsi per l’inquieto Simone.

Ecco le immagini del gran gol di Kondogbia contro l’Espanyol:

  •   
  •  
  •  
  •