Mundo Deportivo: Chiellini e Suárez vogliono fare la pace. L’esclusiva sul sito del noto quotidiano spagnolo

Pubblicato il autore: Leandro Bianco Segui


Giorgio Chiellini e Luis Suárez vogliono fare la pace. Ad annunciarlo oggi in esclusiva sul proprio sito è il noto quotidiano spagnolo “Mundo Deportivo” secondo cui gli ambienti vicini a Chiellini e Suárez starebbero organizzando un incontro tra i due giocatori, con lo scopo di chiudere definitivamente la ferita causata dal brutto episodio avvenuto lo scorso 24 giugno durante la Coppa del Mondo in Brasile, quando nel secondo tempo della partita Italia-Uruguay, il difensore della Juventus fu vittima del morso dell’attaccante uruguaiano, il quale fu poi squalificato pesantemente.
Il Mundo Deportivo sostiene che Davide Lippi, agente di Chiellini, ha contattato Pere Guardiola, agente di Suárez, per trovare il modo più appropriato per organizzare l’evento. Il principale ostacolo ad oggi sarebbe rappresentato dai numerosi impegni dei due calciatori. Perciò non è esclusa nemmeno una pace via social network, per esempio con uno scambio di maglie, un’iniziativa che potrebbe avere scopi benefici oltreché un forte impatto mediatico. L’iniziativa, secondo la testata spagnola, potrebbe essere ben vista dalla FIFA come esempio positivo per i giovani calciatori di tutto il mondo. Il Mundo Deportivo ricorda come Chiellini dopo l’attacco subito abbia cercato la conciliazione con Suárez parlando di sanzione eccessiva da parte della Fifa e rivela inoltre che un ruolo importante nel riavvicinamento tra i due giocatori è stato giocato da Martín Cáceres, connazionale di Suárez e compagno di Chiellini alla Juventus.
Il Mundo Deportivo fa notare infine come nei giorni prima e dopo il rientro in campo di Suarez a seguito della squalifica la Juventus abbia preferito blindare Chiellini, o come il giocatore abbia scelto di non parlare dell’incidente avvenuto durante il Mondiale, e che ora sarebbe arrivato il momento di siglare la pace visto che, secondo il quotidiano spagnolo, entrambi sono due calciatori di carattere, che con il loro comportamento ed il loro stile di vita rappresentano un modello esemplare per il loro compagni di squadra e per i tifosi.

  •   
  •  
  •  
  •