Qualificazioni mondiali – Italia, buona la prima!

Pubblicato il autore: Aldo Loviselli Segui

le novità di ventura
Parte nel migliore dei modi l’avventura dell’Italia che porta ai Mondiali di Russia 2018. Nella gara di esordio contro Israele, disputata ad Haifa nello stadio Ofer, gli azzurri, del Ct Ventura, hanno regolato la pratica con il risultato di 1-3. Pellè spiana la strada siglando la rete sotto misura al minuto ’14 del primo tempo. Per il raddoppio dobbiamo aspettare il ’31 quando Candreva sigla un calcio di rigore spiazzando il portiere avversario. Prima della fine del primo tempo i padroni di casa riaprono la gara con un gol strepitoso. Pallonetto di Ben Chaim, molto simile a quello realizzato da Cantona con il Manchester United, che beffa Buffon. Chiellini complica la vita degli azzurri quando ad inizio ripresa si fa espellere per doppia ammonizione. Da questo momento la partita cambia, Israele crede nel pareggio e l’Italia tende a schiacchiarsi troppo e a chiudersi in difesa. Gli azzurri rischiano parechie volte fino a quando Immobile, subentrato dalla panchina, chiude la partita con un gran destro su sponda di Pellè. Per Giampiero Ventura subito 3 punti importanti, quasi fondamentali. Nelle altre sfide del nostro girone Albania e Macedonia si dividono la posta in palio, mentre la Spagna ha letteralmente travolto il Liechtenstein con un secco 8-0.
Ai microfoni di RaiSport il Ct della nazionale commenta il successo dei suoi:
“Se abbiamo la convinzione di essere squadra dobbiamo avercela sempre, su tutti i campi. Giocare in inferiorità numerica è sempre difficile, dopo l’espulsione di Chiellini abbiamo sbandato un po’ ma poi ci siamo ripresi. Potevamo anche chiuderla prima. Nel primo tempo abbiamo fornito una prestazione quasi perfetta, al netto dell’episodio del loro gol. Stasera abbiamo vinto da squadra, questa è la cosa fondamentale. La prova di Verratti? Tutti hanno risposto bene, non solo lui. Molti dicevano non potesse giocare in quel ruolo, invece ha dimostrato di essere un giocatore di grande spessore. Marco è una componente importante di questa squadra. Tra un mese, contro la Spagna, spero di ritrovare una squadra messa meglio dal punto di vista fisico”.
Parla ai microfoni anche Graziano Pellè, autore del vantaggio iniziale. Nona rete per lui con la nazionale maggiore, ma negli occhi degli italiani ancora quel rigore calciato fuori dopo aver mimato lo scavetto nella gara degli europei contro la Germania. Sempre ai microfoni di RaiSport l’attaccante italiano, in forza allo Shandong Luneng, ritorna sull’argomento Italia e sul rigore calciato in questa gara da Candreva dichiarando:
“Sono un attaccante, la squadra si aspetta sempre dei gol da me e spero di far sempre meglio. Oggi abbiamo dimostrato che quando le partite contano l’Italia c’è. Siamo contenti per il nuovo staff e per il ct Ventura. Il rigore l’ha tirato Candreva? Ci sono giocatori più bravi di me a calciarli. Ma io non ho paura, se per necessità dovesse capitare di nuovo lo farò perché ho la personalità adatta per farlo. Prima del match con la Germania non ne avevo mai sbagliati in momenti così importanti. Posso avere tanti difetti ma la mia qualità è quella di essere positivo. Sono una persona tenace, che ha voglia di migliorare sempre. Purtroppo nel calcio ci stanno anche momenti brutti come quello, ma penso di poter dare ancora tanto all’Italia”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: