Italia, Pellè nella bufera: “Mi scuso, ho fatto un’altra cavolata”. Ventura lo manda a casa

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
pellè

Pellè-Ventura

Il pareggio tra Italia e Spagna dello Juventus Stadium ha lasciato un po’ di amaro in bocca a Ventura sia per il risultato che per il comportamento di Graziano Pellè. Il centravanti azzurro, sostituito al 60esimo con Immobile, tornando in panchina ha rifiutato la stretta di mano di Ventura. Pellè, non solo per colpa sua, è stato protagonista di una brutta prestazione contro la Spagna, stretto nella morsa di Sergio Ramos e Piquè non ha mai concluso verso la porta di De Gea. Il cambio era inevitabile, l’Italia aveva bisogno di forze fresche, infatti l’ingresso di Immobile e Belotti ha dato la scossa giusta agli azzurri che hanno trovato il pareggio con il rigore di De Rossi. Pellè era finito già nella tempesta agli Europei, per l’ormai celeberrimo rigore sbagliato dopo aver “minacciato” Neuer di fare il cucchiaio. Pellè si è poi scusato pubblicamente su Instagram, ecco il post completo del centravanti azzurro:” “Eh si!!Purtroppo, mi capita nuovamente di fare una cavolata. Un comportamento inaccettabile,nei confronti del mister in primis e di riflesso ai miei compagni ,che hanno sempre dimostrato di avere dei valori importanti all’interno di un fantastico gruppo ITALIA nel quale facciamo parte.Come ogni errore grave,si subiscono sempre delle conseguenze.Ed è giustissimo che io mi prenda delle responsabilità sull’accaduto. Era doveroso rivolgere le scuse di cuore a tutti”. Scuse doverose e sentite, per un ragazzo di 31 anni che dovrebbe rendersi conto quando una sostituzione è giusta e inevitabile. Pellè dovrebbe anche ringraziare la Nazionale che gli dato una straordinaria visibilità, consentendogli di strappare un favoloso contratto in Cina.Le scuse di Pellè non sono però servite a placare l’ira dei tifosi azzurri, che hanno letteralmente massacrato l’attaccante sui social network.
S
cuse che non servite però, perché questa mattina la FIGC ha emesso un comunicato per spiegare l’esclusione di Pellè dalla Nazionale:“Il Commissario Tecnico Gian Piero Ventura, d’intesa con la FIGC, ha deciso di escludere il calciatore Graziano Pellè dalla lista dei convocati per la gara con la FYR Macedonia in programma domenica 9 ottobre a Skopje, per il comportamento irrispettoso tenuto al momento della sostituzione durante la gara di ieri con la Spagna. Far parte della Nazionale comporta infatti la condivisione di valori e l’assunzione di atteggiamenti consoni alla maglia azzurra, a cominciare dal rispetto nei confronti dello staff, dei compagni di squadra e dei tifosi. Il calciatore farà ritorno oggi nel proprio club di appartenenza”. Pellè farà parte della Nazionale del futuro? Ai posteri, e a Ventura, l’ardua sentenza.

In Macedonia si cambia, via Pellè-Eder dentro Immobile-Belotti

Neanche il tempo di analizzare il match contro la Spagna che il c.t Ventura deve già preparare la trasferta di Skopje contro la Macedonia. Contro gli slavi saranno inevitabili alcuni cambi di formazione, a cominciare dall’attacco dove Pellè e Eder dovrebbero lasciare il posto a Immobile e Belotti, che sono piaciuti tanto contro la Spagna. Cambi anche a centrocampo dove verrà riproposto Verratti, magari con Bonaventura dal primo minuto. Cambi anche sulle fasce, dove Candreva e Criscito potrebbero avere una chance dall’inizio al posto di Florenzi e De Sciglio, che hanno corso tantissimo contro le Furie Rosse. Contro la Macedonia, sconfitta in casa da Israele sarà obbligatorio vincere, sfruttando magari lo scontro al vertice nel girone tra Albania e Spagna.

  •   
  •  
  •  
  •