Italia, Pellè torna a casa! La FIGC lo esclude dai convocati per la Macedonia

Pubblicato il autore: luca giannuzzi Segui

pellè esclusione nazionale italiana
Dopo il pareggio per 1-1 agguantato a Torino contro la Spagna, la Nazionale italiana porta con sè un risvolto negativo: Pellè è stato escluso dal match con la Macedonia, reo di non aver dato la mano al ct Ventura al momento del cambio.

TORINO – Non è stata una serata positiva per la Nazionale italiana contro la Spagna di Lopetegui, che solamente grazie ad un rigore messo a segno da De Rossi è riuscita a guadagnare un punto prezioso per la classifica. Se l’errore marchiano di Buffon ha spianato la strada al vantaggio della Roja con Vitolo, l’atteggiamento sbagliato di Pellè ha portato con sè conseguenze pesanti per il centravanti azzurro.

PRESTAZIONE NEGATIVA – La partita di Graziano Pellè, come del resto quella dell’intero undici di Ventura, è stata tutt’altro che positiva, subendo la tecnica, la velocità e l’imprevedibilità della nuova Spagna di Lopetegui. Confermato il 3-5-2 ereditato dalla gestione-Conte, Ventura era conscio di non poter imporre il proprio gioco su una nazionale superiore e desiderosa di riscatto dopo la sconfitta subita dagli azzurri nello scorso Europeo.
Dunque Ventura ha mandato in campo una squadra apparentemente arrendevole, che poche volte si è fatta vedere pericolosamente dalle parti della difesa iberica, se con Eder nella circostanza del rigore del pareggio. E anche Pellè, statico ed inefficace come poche in Nazionale, è stato trascinato nel vortice negativo attraversato dalla selezione italiana.

SOSTITUZIONE E… REAZIONE – Dopo un’ora di gioco, Pellè è stato richiamato (anche giustamente) in panchina dal ct Ventura, per dar spazio ad un Immobile scalpitante, autore successivamente di una prestazione di ottimo livello.
La decisione del commissario tecnico azzurro non è andata giù a Graziano, il quale, evidentemente innervosito dall’oscura prestazione fornita fino al quel momento, è uscito dal campo, dirigendosi spedito verso la panchina. Ventura, vedendo lo stato del suo “numero 9”, si è avvicinato per dargli la mano.
Tutto inutile, in quanto Pellè aveva già deciso di “evitare” il tecnico e scappare dritto verso i sedili destinati alla compagine azzurra. A fine partita Ventura e Buffon hanno commentato il gesto di Graziano, definendolo nel caso del ct “una reazione già vista in altri, dettata dalla rabbia”, e nel caso del portiere “qualcosa che va contro lo spirito ed i valori che la maglia della Nazionale italiana porta con sè”.

SCUSE ED ESCLUSIONE – Sono arrivate quasi immediatamente le scuse pubbliche di Pellè, il quale tramite il proprio account Instagram ha ammesso di aver combinato una “cavolata”, provando a giustificare, fin dove possibile, una reazione decisamente inaspettata.
Altrettanto rapida è stata la risposta della Federazione Italiana, la quale ha comunicato in mattinata l’esclusione ufficiale della punta dello Shangai dalla prossima sfida con la Macedonia.

IL FUTURO, TRA IMMOBILE E BELOTTI – Quando va tutto storto, ci si mette anche la sfortuna: dopo che Pellè ha lasciato il campo, la coppia di attaccanti formata da Belotti ed Immobile ha impressionato tifosi ed addetti ai lavori, risultando tra i migliori in campo contro la Spagna.
Il posto di Pellè è a rischio? Il comportamento sbagliato dell’ex Southampton e la conseguente non convocazione per la prossima partita della Nazionale, potrebbero aprire le porte a due attaccanti in forma e desiderosi di imporsi nelle gerarchie del ct Ventura.
Adesso tocca a Pellè dimostrare sul campo ancora una volta di meritare la maglia numero 9, per cui si profilerà una concorrenza agguerrita.

  •   
  •  
  •  
  •