Qualificazioni Mondiali 2018: Italia buon pareggio contro la Spagna. Le parole di Ventura

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
Buffon-4-italia-calcio-foto-twitter-uefa-euro-2016-800x533-800x533Buon pareggio conquistato dalla Nazionale italiana nella seconda giornata di qualificazione ai prossimo Mondiali che si svolgeranno nel 2018 in Russia. A Torino la squadra di Ventura ha pareggiato uno a uno contro la Spagna nel match più atteso della serata. Gli azzurri hanno sofferto per larghi tratti del match ma hanno saputo resistere alle offensive non sempre precise degli spagnoli che hanno trovato il vantaggio  ad inizio ripresa grazie ad un errore di Buffon che ha spalancato la via della rete a Vitolo. Dopo aver sfiorato il raddoppio, ancora con Vitolo, la Spagna ha un po abbassato i ritmi e l’Italia ne ha approfittato trovando su un’incursione di Eder in area di rigore un fallo da rigore. De Rossi, premiato prima della partita per il traguardo delle oltre cento presenze in azzurro,  ha pareggiato i conti per l’Italia. Con il punteggio maturato a Torino Italia e Spagna si portano a quota 4 punti in classifica dietro alla capolista Albania, che ha sconfitto il Lichtenstein, a punteggio pieno. Risale anche Israele, vittorioso per due a uno sulla Repubblica di Macedonia che invece rimane ancora  a quota zero. Nel prossimo turno l’Italia affronterà la Repubblica di Macedonia e per la squadra di Ventura l’imperativo sarà quello di portare a casa una vittoria che consentirebbe agli azzurri di non perdere terreno ulteriore dalla battistrada Albania.
Le dichiarazioni del C.T. Ventura al termine della gara
“Sapevamo che la Spagna avrebbe avuto dalla sua il possesso palla ma noi siamo stati bravi a non andare in grossa difficoltà – ha detto Ventura nel post partita -. A parte il gol, arrivato nel modo in cui sappiamo, Buffon non ha dovuto fare altre parate. La Spagna è sempre stata data come favorita, ma questa gara ci ha detto che se vogliamo, c’è la possibilità di essere protagonisti. È un risultato che ci va benissimo. All’inizio forse abbiamo pagato un po di tensione in alcuni giocatori e questa cosa non ci ha permesso di controllare il gioco ma ci ha portato a perdere diversi palloni in fase di costruzione. Poi fortunatamente ci siamo sciolti e siamo riusciti a creare la possibilità di pareggiare e di vincere la gara”.

  •   
  •  
  •  
  •