Uruguay-Venezuela, passo in avanti della Celeste per il Mondiale

Pubblicato il autore: Alessandro Legnazzi Segui

All’Estadio Centenario di Montevideo un buon Venezuela cede all’Uruguay del maestro Washington Tabarez: finisce 3-0, i gol portano le firme di Lodeiro e del Matador Cavani (doppietta). Espulso Vizcarrondo a metà secondo tempo.

Qualificazioni Mondiale 2018

PRIMO TEMPO URUGUAY-VENEZUELA – Dopo esserci goduti la lectio magistralis dell’Ecuador al Cile, lo stadio del Centenario di Montevideo ospita la sfida tra l’Olimpica e la Vinotinto. Sono proprio i venezuelani a prendersi il primo circoletto rosso del match con una bella iniziativa di Juanpi che si spegne sul fondo. Al 10′ ecco accendersi, invece, il talento di Peñaranda dell’Udinese: doppio numero sulla fascia, scarico indietro per Juanpi e palla che termina a fil di palo da due metri dalla linea di porta.

Il Venezuela è messo bene in campo, la squadra uruguagia fatica invece a trovare gli spazi. Occhio alle coppie con Rincón che prende Cebolla Rodriguez e Figueira prende Carlos Sanchez. Contropiede della Vinotinto con il talento cristallino di Peñaranda, brutta uscita di Muslera che liscia la palla, porta sguarnita, Godin si fionda a protezione, il venezuelano calcia con troppa sicurezza e la manda fuori. Era più complicato sbagliarlo che fare gol!

Ancora Venezuela con l’ennesimo contropiede, Rondon prova il diagonale mancino ma termina fuori di un soffio. E pensare che Dudamel alla vigilia aveva detto: “Se Rondon giocasse nel Barcellona varrebbe come Suarez“. Il Pistolero, però, gli dà dimostrazione del grosso errore di valutazione al 29′. Suarez crossa quasi dalla bandierina del calcio d’angolo un pallone morbido come un toffee, arriva di testa Lodeiro… rete! Uruguay in vantaggio dopo aver sofferto tanto ma l’intelligenza dell’attaccante proveniente dal Barça è qualcosa di stratosferico.

Non è un caso se ha segnato Lodeiro: se Juanpi non accorcia sul numero 14, la cerniera di centrocampo vinotinto va in crisi perché in inferiorità numerica.

SECONDO TEMPO URUGUAY-VENEZUELA – Neanche il tempo di prendere posto al Centenario che i tifosi dell’Uruguay ammiravano il tiro di Cavani spegnersi in rete! Neanche un minuto dalla ripresa, è 2-0 a Montevideo: pacchiano errore di Wilker Angel che fallisce completamente l’intervento di testa. La Vinotinto accusa il colpo e pure Dudamel pare non crederci più come nel primo tempo.

Altro momento delicato per il Venezuela al 65′: Vizcarrondo strattona Suarez, per l’arbitro è punizione dal limite ed espulsione. Decisione severa dell’arbitro Raul Orosco. Sul punto di battuta va il Pistolero che centra, però la barriera con un tiro a media altezza. Dopo essersi ignorati per una decina di minuti, la coppia d’attacco dell’Uruguay torna a duettare magnificamente al 79′. Verticalizzazione per Corujo che crossa basso per Suarez, delizioso colpo di tacco-esterno per Cavani… rete! Ancora il Matador, doppietta per l’attaccante del PSG! Grandiosa intesa.

Suarez cerca disperatamente il gol per non essere da meno ma non lo trova nelle successive occasioni, da segnalare una eseguita con la punta del piede. Anche senza gol, è stato comunque un grande Pistolero, si è preso la scena con gli assist per i compagni. É finita Uruguay-Venezuela, 3-0. La Vinotinto esce sconfitta dallo stadio del Centenario e dice quasi definitivamente addio – anche se non ancora aritmeticamente – al Mondiale del 2018 in Russia.

Classifica temporanea:

Uruguay 19*
Ecuador 16*
Brasile 15
Argentina 15
Colombia 13
Paraguay 12
Cile 11*
Bolivia 7
Perù 7
Venezuela 2*
*una gara in più

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: