Qualificazioni mondiali 2018, fa tappa a Parma una delle 8 regine d’Europa… L’Islanda

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO

20161107_183620Qualificazioni mondiali Russia 2018, sabato a Zagabria scontro al vertice tra i padroni di casa della Croazia e l’Islanda, entrambe le squadre sono prime a quota 7. Percorso praticamente identico per le due compagini, la Croazia infatti ha pareggiato per 1 a 1 la gara d’esordio in casa contro la Turchia, poi ha ottenuto due successi consecutivi contro Kosovo e Finlandia, con un Mandzukic sugli scudi. Anche gli islandesi hanno pareggiato la gara inaugurale del girone per 1 a 1 in Ucraina, per poi ottenere due vittorie contro Finlandia e Turchia. I precedenti sono favorevoli per Modric e compagni: le due squadre si sono già affrontate due volte nel 2005, anche allora nel girone di qualificazione del Mondiale tedesco del 2006 (che ricordiamo con molta nostalgia) con due vittorie per i croati, per 4 a 0 in casa e per 3 a 1 in trasferta; gli ultimi incroci risalgono al novembre 2013, quando le due squadre si sono sfidate nei Playoff per la qualificazione al mondiale brasiliano e dopo lo 0 a 0 a Reykjavik è arrivata la vittoria per 2 a 0 in casa per la Croazia grazie alle reti di Srna e Mandzukic. La Nazionale diventata famosa per il Geyser sound e per essere arrivata ai quarti dell’ultimo europeo in Francia, eliminando agli ottavi gli inglesi, sta preparando la rivincita facendo tappa a Parma, dove nella giornata di oggi ha svolto un allenamento a porte chiuse presso il Tardini, mentre alle 14 ha visitato la sede del main sponsor, Erreà (lo stesso anche del Parma). Bella l’iniziativa di ieri, con l’allenamento, sempre al Tardini, aperto al pubblico: dalle 18, per un’ora e poco più, Bjarnason e compagni sono scesi in campo per una sessione di corsa e riscaldamento, terminata con i tiri in porta, mentre dalle gradinate sono arrivati cori e anche il celebre Geyser sound con alcuni membri dello staff che guidavano i tifosi. Al termine della seduta tutti i giocatori, prima di salire sul pullman, non si sono sottratti a foto e autografi per il nutrito gruppo di persone che li aspettavano al di fuori del Tardini. Sono arrivate anche le dichiarazioni di Bjarnason e del bomber  Sigurdsson. «Abbiamo fatto un grande Europeo e siamo molto orgogliosi per questo, abbiamo guadagnato la simpatia da parte di molti tifosi da ogni angolo del mondo, siamo diventati come Islanda un simbolo per tutti e naturalmente speriamo di continuare così. Il sogno adesso è quello di qualificarci per i Mondiali, siamo in testa al girone e vogliamo restarci anche dopo la sfida di sabato a Zagabria contro la Croazia» ha dichiarato l’ex Pescara e Sampdoria, ora in forza al Basilea. «Siamo diventati un esempio, essendo un Paese piccolo come il nostro, per tutti gli outsiders in tutti gli sport, ciò ci rende molto orgogliosi. Siamo rimasti molto contenti per l’accoglienza qui a Parma, sia del nostro sponsor, che dei tifosi, le strutture che sono state messe a nostra disposizione sono davvero ottime e speriamo che tutto questo sia di buon auspicio per la gara contro la Croazia» sono state invece le parole dell’attaccante Gylfi Sigurdsson che gioca in Premier nello Swansea. Sabato ci aspetta un grande match.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: