Spagna-Italia, Ventura come Conte. Belotti-Immobile, uno è di troppo

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui


Ventura cambia l’Italia in vista della Spagna.
A quattro giorni dal match decisivo del Santiago Bernabeu il c.t. azzurro pensa ad un ritorno alla difesa a tre. Ventura, come noi tutti, ricorda bene l’ultimo successo azzurro contro le furie rosse. Agli Europei di Francia del 2016 l’Italia di Antonio Conte elimina la Spagna negli ottavi di finale. Un secco 2-0 con reti di Chiellini e Pellè. Gli azzurri giocarono una partita eccezionale, non concedendo quasi nulla agli iberici. Memore di quella vittoria ora Ventura pensa di abbandonare, temporaneamente, il 4-2-4. Il c.t. azzurro sta pensando ad un 3-4-3 per sfruttare al meglio lo stato di forma di Lorenzo Insigne. E’ il folletto azzurro l’uomo su cui Ventura vuole costruire l’Italia anti-Spagna. Nella giornata di ieri a Coverciano gli azzurri hanno giocato un test amichevole contro la primavera della Fiorentina. I giovani viola sono stati schierati con il 4-3-3, dogma della nazionale spagnola da anni. Buffon in porta, Barzagli-Bonucci-Chiellini in difesa, Conti-De Rossi-Verratti-Darmian a centrocampo, Candreva-Belotti-Insigne in avanti. Questa al 99% la formazione che dovrebbe scendere in campo sabato sera al Santiago Bernabeu.

Una variabile di questa formazione potrebbe essere un 3-4-1-2, con Verratti dietro Belotti-Immobile. Un’ipotesi che però prevederebbe l’esclusione di Insigne, praticamente impossibile. Il folletto di Frattamaggiore è anche più avanti rispetto a molti compagni per aver disputato il playoff di Champions League contro il Nizza. Due partite ufficiali in più che a inizio settembre possono fare davvero la differenza. Durante l’amichevole con la primavera della Fiorentina si sono alternati Barzagli e Rugani, ma il senatore della Juventus è in netto vantaggio sul giovane compagno di club.

Spagna-Italia, Ventura con il dubbio Belotti-Immobile

Spagna-Italia, Ventura con un dubbio in attacco. Il 3-4-3 che è in preparazione per Madrid prevede la presenza di un solo attaccante centrale dal primo minuto. Si dovrà sciogliere quindi necessariamente la coppia Belotti-Immobile. Entrambi a segno nell’ultimo turno di campionato, i due attaccanti sono già in buona forma. Il Gallo, come sottolineato da Mihajlovic, non è ancora al top. Belotti è capace però di segnare in qualsiasi momento e in qualunque modo, come dimostrato contro il Sassuolo. Immobile, anche per caratteristiche fisiche, è già brillante. Tre partite ufficiali e tre gol per il centravanti della Lazio, pupillo di Ventura. Sabato sera al Bernabeu la palla, come sempre accade quando sono in campo, ce l’avranno per lunghi tratti gli spagnoli. L’Italia dovrà essere brava a cogliere qualsiasi opportunità gli uomini di Lopetegui concederanno.

Ventura dovrà scegliere tra la potenza di Belotti e le doti di scattista di Immobile. Non sarà una scelta facile, anche perché nell’ultimo anno i due attaccanti hanno praticamente giocato sempre spalla a spalla con la maglia azzurra. Un match, quello contro la Spagna, con un solo risultato a disposizione: la vittoria. Un pareggio o un sconfitta porterebbe l’Italia a pensare inevitabilmente agli spareggi di novembre. Il Santiago Bernabeu e la Spagna fanno paura, ma il cielo è stato già più volte azzurro sopra la capitale spagnola.

  •   
  •  
  •  
  •