Qualificazioni Mondiali 2018: Argentina obbligata a vincere in Ecuador ma potrebbe non bastare

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui

Qualificazioni Mondiali Europa

Qualificazioni Mondiali 2018. L’Argentina delude ancora e stavolta rischia davvero. Incredibile ma vero quello che sta succedendo all’Albiceleste, due volte campione del Mondo, e altrettante volte, sconfitta in finale. La notte scorsa, la Seleccion non è andata oltre un deludente pareggio per 0-0 contro un ottimo Perù,che continua a sognare una clamorosa qualificazione al mondiale che manca da Spagna 1982.

Il pubblico del mitico stadio della “Bombonera” di Buenos Aires si aspettava ben altro esito e, invece, l’Argentina guidata dall’ex commissario tecnico del Cile e allenatore del Siviglia, Jorge Sampaoli, non è riuscita ad ottenere una vittoria che avrebbe scacciato ogni incubo. Le occasioni da gol ci sono state. Leo Messi, indiscusso re di gol e tecnica a Barcellona e criticatissimo in nazionale, ha colpito un palo clamoroso ma l’infortunio occorso all’ex centrocampista della Roma, Fernando Gago, ha complicato i piani tattici dell’Argentina che non ha potuto inserire un altro attaccante per il classico arrembaggio offensivo finale. Per il resto, troppi errori sottoporta e un gioco non bellissimo e lento, nonostante campioni di fama internazionale.

Ora l’Argentina ad una partita dalla fine del girone unico sudamericano deve assolutamente battere in trasferta, il già eliminato Ecuador Quito, con anche l’incognita di dover giocare il match in altura. Gli ecuadoregni hanno fallito il pass per la Russia ma, in casa, sono una nazionale facile da affrontare. Se l’Argentina dovesse perdere, sarebbe direttamente fuori.  L’Albiceleste è ancora in corsa grazie anche alla vittoria del Paraguay  in trasferta contro la forte Colombia. I paraguayani sembravano ormai eliminati e invece si giocheranno il tutto per tutto all’ultima giornata in casa contro il Venezuela con l’obiettivo di raggiungere quantomeno il quinto posto che vale lo spareggio con la Nuova Zelanda.

La nazionale più vicina a raggiungere il Brasile, in Russia, sembra l’Uruguay, ma il pari in trasferta contro il fanalino di coda Venezuela ha rimandato l’appuntamento con il pass mondiale che può arrivare, tuttavia, martedì prossima contro la Bolivia in casa. Il Cile ha battuto in casa l’Ecuador, trascinato dalla coppia gol, Edu Vargas Alexis Sanchez, ma giocarsi la qualificazione in casa della Seleçao, anche se da tempo qualificata, è un rischio enorme. L’ultimo turno del girone sudamericano sarà quindi rovente, perchè ad eccezione di Uruguay – Bolivia, saranno tutte sfide ad alta tensione. Quito, Lima, Brasilia e Asuncion le città interessate, con ancora tre pass da assegnare e uno per il play-off.

  •   
  •  
  •  
  •