Svezia-Italia, Sconcerti stronca gli azzurri: “Un insieme di giocatori che non sa cosa fare”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui


Una partita veramente brutta, anche se l’allenatore dell’Italia Giampiero Ventura ha affermato che la sua nazionale non meritava di perdere contro la Svezia. Inoltre l’ex tecnico del Torino, ha commentato negativamente l’operato dell’arbitro.
Comunque queste dichiarazioni lasciano un po’ il tempo che trovano, nel senso per cui la sconfitta dell’Italia è più che meritata, dato che si è vista una squadra lenta, prevedibile e senza gioco, con le uniche occasioni vere capitate a Belotti in apertura di match ed a Darmian nel finale, quando il palo della porta svedese ha impedito agli azzurri di raggiungere il gol del pareggio. Per il resto poco altro, anche se Buffon non ha effettuato alcuna parata, ma di questo passo raggiungere i mondiali sarà parecchio complicato. Prima di Svezia-Italia l’ambiente azzurro era discretamente ottimista, ma ora non si è più così certi di poter partecipare a Russia 2018, nonostante Carlo Tavecchio qualche settimana fa ha affermato che sarebbe stata una catastrofe se la nazionale non dovesse qualificarsi. Ora però il processo all’Italia di ventura è inevitabile, soprattutto alla luce degli errori commessi prima di arrivare alla sfida decisiva contro la Svezia: innanzitutto alcune idee rivedibili del ct come la mancata convocazione di giocatori in forma come Jorginho o Zaza nei mesi antecedenti la partita di ieri. Inoltre la scelta del modulo adottato è stata più volte soggetta a critiche, soprattutto contro la Spagna, quando era preferibile giocarsi le proprie carte in un altro modo, senza contare il modo con cui i giocatori sono scesi in campo contro Albania e Macedonia, in quattro match davvero deludenti. Ora l’Italia si trova a dover ribaltare la sconfitta contro la Svezia lunedì in uno stadio di San Siro tutto esaurito.

Leggi anche:  Olimpiadi, il Governo approva il dl: ma non è finita..

A commentare Svezia-Italia ci ha pensato il giornalista Mario Sconcerti che ha così analizzato l’Italia di Ventura: “E’ una squadra composta da un insieme di giocatori che non sa cosa fare. La Svezia ha segnato sull’unico tiro verso lo specchio della porta, ma loro avevano un unico diktat: restare insieme, uniti. I giocatori svedesi erano molto carichi di adrenalina e correvano da ogni parte. La nostra è una squadra fuori asse. E’ stato coraggioso Ventura a tenere fuori Insigne, però è costato molto dal punto di vista tattico, mentre Verratti mi ricordava una mezz’ala di trent’anni fa, che aveva bisogno di toccare almeno cinque volte il pallone prima di scaricarlo ad un compagno. Inoltre non capisco cosa significa inserire un giocatore come Eder in una gara così…”.
Queste le parole di Sconcerti che in un editoriale sul “Corriere della Sera” commenta così l’Italia di Ventura, il quale è apparso anche in confusione in certi frangenti della partita, soprattutto nella gestione dei cambi.

  •   
  •  
  •  
  •