Quinto turno di F.A. Cup

Pubblicato il autore: andrea nervuti Segui

facup
Un movimentatissimo quinto turno di F.A. Cup rischia di trasformare la coppa più antica del mondo in un torneo dell’hinterland Londinese. Da Reading a Croydon, passando per Chelsea e Stratford, fino a giungere a Watford. In attesa del replay dell’Arsenal , sono già 5 le squadre del circondario capitolino a giocarsi i quarti di finale.

Andiamo con ordine e partiamo dai Gunners.

Le truppe di Wenger non vanno oltre lo zero a zero contro il solido Hull City di Steve Bruce. Certo, le tigers sono prime in Championship, ma dai detentori del trofeo -per giunta in casa- ci si aspetta sempre qualcosa in più. Il replay sarà una battaglia senza quartiere  nella bolgia del KC Stadium.

Dalla sorpresa negativa passiamo a quella positiva, cioè alla straordinaria vittoria del Reading ai danni del WBA. Le reti di McShane, Hector e Lucas rendono inutile l’iniziale vantaggio firmato dallo scozzese Fletcher regalando ai Royals la possibilità di giocarsi in casa l’eventuale semifinale. Non sarà una passeggiata di salute però, visto che la banda di McDermott ( per ora l’unica compagine di seconda serie ancora in tabellone) dovrà vedersela con il Palace di Pardew. Già, perché  le aquile rossoblu  espugnano il White Hart Lane al termine di un derby ad altissima tensione. I pali, ma soprattutto le manone Hennessey salvano ripetutamente gli ospiti, prima che la staffilata di Kelly consenta ai suoi di staccare il biglietto verso il Berkshire.

Quarti di finale dove è approdato piuttosto facilmente anche il West Ham dopo aver travolto per 5- 1 il Blackburn. Ai Rovers non è bastato l’orgoglio della nobile decaduta, e dopo lo squillo iniziale firmato dalla rasoiata di Marshall vengono travolti dalla classe di Emenike e Payet. Fanno festa gli oltre 7mila hammers giunti nel Lancashire, che adesso pregustano  di eliminare lo United ad Upton Park. La banda di  Van Gaal infatti, si presenterà a Londra dopo aver superato piuttosto agevolmente il minuscolo Shrewsbury, grazie alle reti di Smalling, Mata (gioiello su punizione) e Lingard.

Continua il sogno anche del Watford, che si assicura un posto fra le prime otto dopo aver superato di misura un buon Leeds. Al Vicarage Road decide lo sfortunato autogol di Wootton Scott.

Chi potrebbe recitare la parte della mina vagante è certamente l’Everton di Martinez. Ai Toffees il talento non manca e la bella vittoria sul terreno minato del Dean Court ne è la prova.  Barkley e Lukaku affossano il Bournemouth, trascinando il “the people’s club”  ad un’affascinantissima sfida contro il Chelsea. Sarà il secondo big match consecutivo per i Blues londinesi, visto che quello precedentemente annunciato tra Chelsea e City si è giocato solo per appena 45 minuti.

Questa partita meriterebbe un capitolo a parte.

Per il Chelsea la coppa restava l’unico obbiettivo stagionale, mentre per Manuel Pellegrini questo viaggio nella capitale è sembrato più un peso che un’occasione. Ancora in corsa in campionato ma soprattutto in Europa, il tecnico cileno si è mostrato alquanto indispettito dal fitto calendario.

A Stamford Bridge i Citizes scendono  in campo con la primavera accompagnata da qualche titolare.
I ragazzini di Manchester reggono un tempo (all’incornata di  Diego Costa risponde la zampata di Faupala) ma la ripresa si trasforma in un tiro al bersaglio. Alla festa si aggiungono William, Cahill, Hazard e Traore. A questi vanno sommati un palo di Pedro ed un rigore sbagliato da Oscar. Finisce 5 a 1 ma poteva veramente concludersi con i padroni di casa in doppia cifra.

I Blues proseguono la strada verso Wembley, mentre Pellegrini sta facendo di tutto per abbandonare il City nel peggiore dei modi.

 

Accoppiamenti degli ottavi:

Everton v. Chelsea

Manchester United v. West Ham

Reading v. Crystal Palace

Arsenal / Hull City v. Watford

Andrea Nervuti

  •   
  •  
  •  
  •