Leicester, Ranieri è sicuro: la sua squadra può vincere il titolo

Pubblicato il autore: Giovanna Samanda Ricchiuti Segui

leicester
Quando ha preso nelle sue mani la guida del Leicester, mai si sarebbe aspettato di poter fare questo discorso. Eppure eccolo lì, Claudio Ranieri, a dichiarare in conferenza stampa, a 4 giornate dalla fine della Premier League, queste esatte parole: “Siamo in Champions League, ora dobbiamo guardare alla vittoria del titolo. Resta solo questo obiettivo e io ci credo. Intanto però vorrei godermi la qualificazione alla Champions, abbiamo fatto tutti un grande lavoro”. Non si nasconde più Ranieri, che ci crede più che mai: “E’ il nostro anno, ora o mai più”. Il tecnico romano è già molto orgoglioso dei suoi, che hanno strappato un biglietto per la massima competizione europea 2016/2017: ““Noi siamo in Champions League! Dilly Ding Dilly Dong, un traguardo incredibile, terrificante!
La prossima tappa sarà la sfida casalinga con lo Swansea di Guidolin, in programma domenica 24 aprile alle 17,15.
Un segno negativo per Ranieri è la squalifica di Vardy, espulso domenica durante il match con il West Ham per doppia ammonizione. La squadra dovrà fare a meno del suo attaccante domenica, ma saprà come non far pesare la sua mancanza.

Tra il Leicester e la fine del campionato, ci sono Swansea, Manchester United, Everton e Chelsea. Non saranno partite facili per la squadra di Ranieri che deve mantenere la massima concentrazione per tenersi stretto quel primato conquistato con grande lavoro e impegno.

GUIDOLIN – Il tecnico veneto, alla guida dello Swansea City, ha parlato a favore del suo collega, ma come ogni sfida che si rispetti non è disposto a regalare punti, al massimo uno dei suoi vini preferiti: “Io spero che Claudio vinca il titolo. Lavora in un piccolo club e vedere manager, giocatori e tifosi sognare è fantastico. Abbiamo, però, bisogno di punti. Regalerò a Claudio uno dei miei vini preferiti, un Montepulciano d’Abruzzo, ma il mio compito è quello di vedere la mia squadra giocare bene e la lottare contro la prima in classifica”.

TOTTENHAM – Un occhio, intanto, sarà rivolto anche al Tottenham che si trova a meno cinque dal primo posto. Dopo il travolgente 4-0 in casa dello Stoke, mette sempre più paura: ora si prepara ad ospitare il West Bromwich nel match con fischio d’inizio domenica 24 aprile alle 21.
Anche la squadra di Pochettino, però, può ritenersi fiera di ciò che sta facendo: miglior attacco, miglior difesa e vanta di un gioiello come Harry Kane, soprannominato Hurricane. Classe 1993, l’attaccante inglese è al momento capocannoniere della Premier League con all’attivo 24 gol segnati. Due in più dell’altro pupillo della Premier League, Vardy.
Due squadre dagli stili di gioco diversi, ma che stanno tenendo viva la parte finale della Premier League.

TITOLO DECISO ALLA FINE? – Dopo il poker del Tottenham allo Stoke City e dopo il 2-2 tra Leicester e West Ham, i tabloid inglesi si sono scatenati. C’è chi elogia il gioco degli Spurs, come il Guardian, e chi afferma che tutto si deciderà alla fine, come il Telegraph.
I giochi in Premier League sono ancora aperti: il 15 maggio (o forse anche prima) chi festeggerà la vittoria del titolo inglese? Saranno le Foxes a coronare il sogno di vincere la loro prima Premier League, o saranno gli Spur a sfoggiare il loro terzo titolo che manca dal lontano 1961?
Intanto, una cosa è certa. La favola Leicester sta facendo impazzire ed emozionare gran parte dei tifosi, anche quelli non inglesi, tanto da pensare addirittura a un film…

  •   
  •  
  •  
  •