Premier League: il Tottenham domina e avvicina il Leicester

Pubblicato il autore: Marcello Mutalipassi Segui

Tottenham
Cinque giornate, 450 minuti che separano ancora il Leicester di Claudio Ranieri dall’impresa di conquistare la Premier League. Cinque giornate e soli 5 punti di distacco dalla seconda, il Tottenham di Mauricio Pochettino che nella giornata di ieri ha travolto lo Stoke City (4 – 0 fuori casa) e ha rosicchiato due punti ai Foxes che hanno dovuto accettare solo un pareggio contro il West Ham (finita 2 – 2 domenica passata). Con la probabile squalifica di Vardy alle porte (possibili due giornate per insulti all’arbitro), i ragazzi di Ranieri cominciano ad avvertire la tensione su quello che a inizio stagione poteva essere solo un sogno.

Nel posticipo giocato ieri al Britannia Stadium, il Tottenham parte subito forte mettendo pressione ai padroni di casa dello Stoke City. Non passano nemmeno dieci minuti (per la precisione 9′) che gli Spurs passano in vantaggio con Harry Kane con un destro a giro imprendibile per Given. La reazione dello Stoke non c’è e il Tottenham continuare a dominare la gara e a sprecare occasioni: prima del secondo gol, Dembelé, Eriksen, Alli e Lamela sciupano ottime palle gol (Eriksen colpisce una traversa). Il raddoppio giunge al 67′, contropiede di Alli involato da un lancio di Eriksen. Il Tottenham è l’unica squadra in campo e nel finale arrivano altri due gol: al 71′ con Kane, su assist di Lamela, e al 82′ con il secondo gol personale di Alli, ottimo destro al volo a fil di palo su cross di Eriksen.

In tutte le prossime giornate gli Spurs giocheranno 24 ore dopo i diretti avversari, il Leicester, come già successo nel fine settimana passato. I ragazzi guidati da Ranieri sanno che non devono sbagliare niente e non fare conti, ma devono affrontare anche un altro problema: il giocatore simbolo del miracolo, Jamie Vardy, nell’ultima partita, giocata contro il West Ham, è stato espulso per doppia ammonizione. A seguito di ciò la federazione inglese ha comunicato che il giocatore è stato messo sotto inchiesta per le proteste, e gli insulti, che ha rivolto all’arbitro. Il rischio sono due giornate di squalifica. Entro la sera il club potrà presentare la documentazione per sostenere un’eventuale tesi difensiva.

Questo, sommato all’ottimo stato di forma della squadra di Pochettino, sta affliggendo gli animi dei Foxes. Quello che la settimana passata sembrava un miracolo quasi ottenuto, con la squadra a +7 dalla seconda e Ranieri che esce in lacrime dal campo, ora è diventata una guerra di nervi che solo gli stessi giocatori possono combattere, riproponendo le stesse giocate, la stessa spensieratezza, che hanno dimostrato nelle prime gare.

Dall’altra parte, il Tottenham non è da meno del Leicester; mentre tutti gli occhi sono puntati sulla favola dei Foxes, anche il Tottenham sta registrando una stagione da record: gli Spurs non vincono il campionato dal 1961 e l’ultima volta che sono arrivati tra le prime tre squadre risale al 1990. Avrebbe tutte le carte in regola per essere protagonista di una storia meravigliosa, se non fosse che poco più a nord di Londra vi è una cittadina che sta scrivendo una pagina di storia ancora più ricca.

Cinque giornate, 450 minuti per decidere la migliore storia della Premier League. Comunque vada, lo spettacolo che il campionato inglese ci sta regalando quest’anno

  •   
  •  
  •  
  •