Risultati 37esima giornata di Premier League

Pubblicato il autore: andrea nervuti Segui

Premier League
37esima giornata di Premier League caratterizzata dalla festa scudetto del Leicester (con tanto di concerto Live di Andrea Bocelli) e dalla sanguinosa lotta per l’accesso all’ Europa.

Norwich v. Man United   0-1

(72’ Mata)

Duello molto equilibrato in un Carrow Road a tinte gialloverdi. La decide il piattone di Mata, dopo un gran lavoro offensivo di Wayne Rooney.

United ad un passo dalla Champions. Canaries ormai condannati.

Aston Villa v. Newcastle   0-0.

“Nil to nil” che non può soddisfare i Magpies, alla disperata ricerca della salvezza. Un pareggio inaspettato, che potrebbe costare la retrocessione alle gazze di Rafa Benitez.

Bournemouth v. WBA   1-1.

(15’ Rondon; 82’ Ritchie)

Giocano molto meglio i Baggies di Tony Pulis, ma la traversa prima ed un super Boruc poi, tengono il Bournemouth in partita fino ai minuti finali, quando la zuccata in mischia di Ritchie riequilibra lo score.

Un punto a testa che fondamentalmente accontenta tutti. Complimenti alle Cherries, salve da tempo contro qualsiasi pronostico iniziale.

Crystal Palace v. Stoke City   2-1.

(26’ Adam; 47’ – 68’Gayle)

Apre il match l’incursione ospite di Charlie Adams, ma una bella doppietta di Gayle ribalta completante il punteggio. Aquile in salute e prontissime a riscrivere la storia nella finale  di Wembley del 21 maggio.

Sunderland v. Chelsea   3-2.

(14’ Costa; 41’ Khazri; 45’ Matic; 67’ Borini; 70’ Defoe)

La differenza di motivazioni è quello che più conta in partite come questa.

L’iniziale vantaggio di Costa viene pareggiato da una bordata violentissima di Khazri, ma il senso del gol di Matic riporta vanti i Blues prima dell’intervallo, scatenando l’orgoglio dei gatti neri. Al 60’ Borini buca un incerto Courtois. Al 70’  la zampata improvvisa di quella vecchia lince Defoe, regala al Sunderland di “big Sam” una vittoria incredibile.

Black Cats ad un passo dalla salvezza.

West Ham v. Swansea  1-4.

(25’ Routledge; 31’ Ayew; 51’ Ki;68’ Kingsley(og); 90’ Gomis)

Inaspettata disfatta degli Hammers nella penultima partita della sua storia ad Upton Park. Il West Ham non perdeva fra le mura amiche dal mese di Agosto(!). Da segnalare il bellissimo gol di Ki, che gonfia la rete in volee dopo una sfuriata devastante di Barrow sull’out di sinistra.

Bene Guidolin che tocca quota 46. Bilic in difficoltà: i “Claret & Blue” adesso rischiano di farsi scippare l’Europa nonostante una stagione al di sopra delle aspettative.

Leicester v. Everton   3-1.

( 5’ – 65’ Vardy; 33’ King; 88’Mirallas)

Le volpi non lasciano nulla per strada. Certo, il clima è quello del più classico “House Party” studentesco a cui l’Everton pare esser soltanto un invitato marginale. C’è molta più birra sugli spalti che nelle gambe dei giocatori in campo. Tuttavia il Leicester va a vincere persino questa. Alla fine si leggerà una doppietta (ed un rigore sbagliato) del solito  “working class hero” Jamie Vardy, ma il gol più significativo è probabilmente quello siglato di King, colui il quale – circa un anno fa-  realizzò la rete dell’insperata salvezza.

Di Mirallas il timbro della bandiera per i Toffees.

Tottenham v. Southampton   1-2.

(16’ Son; 31’ – 72 Davies)

Il Tottenham sembra accusare la fatica di un’intera stagione passata ad inseguire orgogliosamente le Foxes.

In vantaggio grazie alla serpentina solitaria di Son, si fa poi raggiungere e persino superare dalla doppietta di Davies.

Attenzione ai Saints: giocano bene e potrebbero esser la mina vagante nello sprint verso il sesto posto.

Liverpool  v. Watford  2-0.

( 35’ Allen; 76’ Firmino)

Continua l’estenuante rincorsa europea per la banda di Kloop. Tutto facile ad Anfield, contro un Watford in ferie da qualche settimana.

Il messaggio è chiaro: i Reds daranno battaglia fino alla fine.

 

Man City v. Arsenal   2-2.

(8’ Aguero; 10’ Giroud; 51’ De Bruyne; 68’ Sanchez)

Finisce in parità la battaglia fra le due grandi deluse di stagione.

Apre il “kun” con una bellissima sassata mancina, ma Giroud pareggia immediatamente  tramite una capocciata imperiosa.

Nella ripresa, il belga De Bruyne tosa l’erba con un destro imparabile ma ancora una volta l’Arsenal  riesce a recuperare, stavolta grazie all’inserimento centrale del “nino” Sanchez, bravo a trafiggere Hart regalando un punto ai londinesi.

La lotta sotto le plance per guadagnarsi l’Eurozona resta apertissima.

Alla prossima settimana per i verdetti definitivi.

Andrea Nervuti

 

  •   
  •  
  •  
  •